Piemontese/Complementi

Flag of Piedmont.svg
PiemontesePiemontese

Complemento di argomentoModifica

Il complemento di argomento indica la cosa di cui si parla. Di solito è introdotto da dë, su, dzora, oppure dalle locuzioni propositive antorn a, rësguard a, a propòsit ëd.

  • Al bar as parla spòrt o 'd polìtica.
  • Sto test a trata mach ëd gramàtica.
  • As dëscut vaire an sj'arme nuclear.
  • I l'oma dëscutù vaire rësguard a la possibilità 'd nòss trasferiment.

Complemento di fineModifica

Il complemento di fine indica la ragione per cui si fa l'azione. Questo complemento è introdotto da për, da, e più di rado da an, dë e anche dalle locuzioni prepositive al fin ëd, con ël but ëd... Esempi:

  • A studio për la promossion.
  • Soa màchina a l'é da corsa.
  • An vaire stat as lòta për la libertà e për l'autonomìa.
  • A l'ha arsèivù na bela agenda an omagi.
  • Ij muj e ij cavaj da tir a son pì nen vaire utij.

Complemento di mezzoModifica

Il complemento di mezzo indica lo strumento o il mezzo che servono per fare o portare avanti un'azione. Le preposizioni che introducono questo complemento sono: con, an, a për, dë. Il complemento di mezzo è anche introdotto dalla locuzione prepositiva grassie a. Esempi:

  • A rivran an màchina.
  • Ancheuj as viagia soens an rioplan.
  • I rioplan a reassion a son ràpid.
  • I soma rivà con ël treno dël sol.
  • Për tajé la carn as serv d'un cotel tajent.

Complemento di tempoModifica

Il complemento di tempo può essere:

(a) di tempo determinato, quando indica il momento in cui si fa l'azione. Di solito è introdotto da a, an, e , semplici o articolate, ma può anche solo essere introdotto dall'artticolo determinativo. In genere il complemento di tempo determinato risponde alla domanda: Quando? Esempi:

  • Sò cé a l'é rivà a Savian l 1955.
  • La duminica a van a mëssa.
  • A pasca a andran tuti al mar,
  • D'istà a fà càud, d'invern a fà frèid.
  • Is vëdroma ant la sman-a dij trè giòbia.
  • Ant le vacanse i seurto nen d'antëcà.

(b) di tempo continuato, quando indica la durata dell'azione. Può essere introdotto da për, an, oltra e durant, ma anche non essere preceduto da una preposizione. Il complemento di tempo continuato risponde alla domanda: Per quanto tempo. Esempi:

  • A l'é restà a Vian-a mach doi dì.
  • La bataja a l'é durà che tre dì.
  • A son riussì a fé tut sòn ant una sman-a.
  • A l'ha piuvù r tuta la partìa.

Complemento di luogoModifica

I complementi di luogo si dividono in vari tipi e possono indicare:

a. Lo stato in luogo, cioè il luogo dove si svolge l'azione. Di solito è introdotto dalle preposizioni a oppure an, più di rado da dzora, sota, fòra, drinta, tra, da, për e su, Esempi:

  • Pavese a l'é nàit a San Steo Belb.
  • I soma an classe da stamatin.
  • ël liber a l'é dzora la cadrega e nen sota 'l banch.
  • A l'ha passà la duminica dai sò nòno e nen ant ij camp.

b. Il moto verso luogo, cioè la direzione verso cui tende il movimento indicato dal verbo. Le preposizioni che introducono il complemento di moto verso luogo sono soprattutto an, a, dzora, sota, vers, për. Esempi:

  • A van a Milan e peui a passo an Almagna.
  • Se a andran n'America a pasran ëdcò dai sò parent ch'a stan a Monreal.
  • Durant le vacanse a van sèmper dai sò grand.
  • L'armada as dirigìa vers est për marcé an sla sità.

c. Il moto da luogo, che indica il luogo da cui proviene il movimento indicato dal verbo. Il moto da luogo è introdotto dalla preposizione da. Esempi:

  • ël treno dël sol a part da Siracusa.
  • A torno da jë Stati Unì.
  • La matin quand ch'a seurt da l'obergi a l'é set ore.
  • A seurto da'n cesa o d'ant l'òrt?

d. Il moto per luogo, che indica il luogo attraverso cui si fa il movimento espresso dal verbo. Questo complemento è introdotto dalle preposizioni: për, da, an, a travers e tra. Esempi:

  • ël treno a l'é passà për na sità ch' conossìo nen.
  • ël treno dël sol a passa 'dcò da Roma e da Grosset,
  • a j'ero passà a travers ëd camp desert.