Greco antico/Declinazione attica

La declinazione attica è chiamata così perché tipica della regione dell'Attica, ma è utilizzata anche in ionico. In origine, il tema di questi sostantivi era in -ᾱο- (passato a -ηο- in ionico-attico), nei quali la metatesi quantitativa ha portato a -εω- (nei dialetti diversi dallo ionico-attico ovviamente troviamo -ᾰω-). Appartengono a questa declinazione circa venti sostantivi maschili e femminili e solo uno neutro (τὸ ἀνώγεων "sala superiore", rarissimo e non sicuramente attestato). Quando si diffonde la koinè questa declinazione scompare ripristinando le forme regolari (λᾱός, νᾱός ecc.).

DeclinazioneModifica

I nomi attici hanno nominativo e vocativo uguale in tutti i numeri, e si declinano come segue:

1. Maschili:

Singolare Duale Plurale
Nominativo ὁ λεώς τὼ λεώ οἱ λεῴ
Genitivo τοῦ λεώ τοῖν λεῴν τῶν λεών
Dativo τῷ λεῴ τοῖν λεῴν τοῖς λεῴς
Accusativo τὸν λεών τὼ λεώ τοὺς λεώς

2. Neutri:

Singolare Duale Plurale
Nominativo τὸ ἀνώγεων τὼ ἀνώγεω τὰ ἀνώγεω
Genitivo τοῦ ἀνώγεω τοῖν ἀνώγεῳν τῶν ἀνώγεων
Dativo τῷ ἀνώγεῳ τοῖν ἀνώγεῳν τοῖς ἀνώγεῳς
Accusativo τὸ ἀνώγεων τὼ ἀνώγεω τὰ ἀνώγεω

Nella declinazione di ἀνώγεων si può notare la sinizesi della sillaba εω; se così non fosse, infatti, l'accento dovrebbe stare sulla ε in tutti i casi della declinazione.

AggettiviModifica

Gli aggettivi che seguono la declinazione attica sono solo a due uscite, tranne πλέως, πλέα, πλέων "pieno". (l'aggettivo σῶς "salvo" è un doppione dell'aggettivo di I classe σῶος, σῶα, σῶον).