Italiano/Preposizione

Indice del libro

Archives (2).png Obiettivi di apprendimento

  • Conoscere la definizione di preposizione
  • Sapere distinguere tra preposizioni proprie, improprie e locuzioni prepositive

Classificazione delle preposizioniModifica

  Definizione

La preposizione è la parte invariabile del discorso che crea un legame tra due parole della stessa frase.

In base alla forma, le preposizioni sono classificate in:

  • preposizioni proprie, a loro volta distinte in
    • semplici,
    • articolate,
  • preposizioni improprie.

A queste si aggiungono le locuzioni prepositive, cioè espressioni composte da due o più parole e usate con la funzione di preposizioni.

Preposizioni proprieModifica

Le preposizioni proprie sono dette così perché possono svolgere solo la funzione di preposizione.

Preposizioni sempliciModifica

Si dicono preposizioni semplici le preposizioni composte da un'unica parola. Sono sette: di, a, da, in, con, su, per, tra, fra.

Preposizioni articolateModifica

Le preposizioni articolate si formano dall'unione tra una preposizione semplice e un articolo. Lo schema qui sotto ne mostra la formazione.

di a da in con su
il del al dal nel col sul
lo dello allo dallo nello collo sullo
la della alla dalla nella colla sulla
i dei ai dai nei coi sui
gli degli agli dagli negli cogli sugli
le delle alle dalle nelle colle sulle

Le forme col, collo ecc. stanno però cadendo in disuso e vengono spesso sostituiti da con il, con lo ecc.

Le preposizione articolate formate da per + articolo sono invece cadute in disuso. Non esistono preposizioni con tra e fra.

Preposizioni improprieModifica

Si dicono preposizioni improprie le parole che vengono usate come preposizioni, ma che possono avere anche altre funzioni: possono per esempio essere avverbi, aggettivi o verbi.

Tra gli avverbi che possono svolgere la funzione di preposizione ci sono: davanti, dietro, avanti, dentro, oltre, fuori, sopra, presso, prima, dopo, circa, intorno, ecc. Per esempio:

Il pallone è finito sopra il tetto. (sopra è una preposizione, stabilisce una relazione tra il verbo è finito e il tetto)
Vai sopra. (sopra qui è invece un avverbio, perché precisa il significato del verbo)

Tra gli aggettivi che possono svolgere la funzione di preposizione ci sono: lungo, salvo, secondo, ecc. Per esempio

È rotolato lungo il marciapiede. (lungo è una preposizione, mette in relazione il verbo è rotolato con il marciapiede)
È un salto lungo. (lungo è invece un aggettivo, descrive come è il salto)

Tra i verbi al participio presente o passato che possono svolgere la funzione di preposizione ci sono: durante, mediante, nonostante, escluso, dato, ecc.

L'ho incontrato durante la fiera. (durante svolge la funzione di preposizione, perché mette in relazione ho incontrato e la fiera).
Il contratto varrà vita natural durante. (durante qui è un verbo al participio presente)

Locuzioni prepositiveModifica

Le locuzioni prepositive sono gruppi di due o più parole che vengono usate sempre insieme e che hanno un valore di preposizione. Ecco alcuni esempio: di fronte, di fianco, a causa di, in mezzo a, al di là, a proposito di, in base a, a favore di, ecc.