Scienze della Terra per le superiori/Le rocce sedimentarie

DefinizioneModifica

Le rocce sedimentarie derivano da un processo di sedimentazione fisico (se si accumulano detriti o resti di organismi) o chimico (precipitazioni da soluzione satura). Possono essere infatti:

  • Rocce sedimentarie clastiche (o detritiche) se derivano dalla sedimentazione di detriti (es. sabbie, ghiaie).
  • Rocce sedimentarie organogene se derivano prevalentemente dalla sedimentazione di resti di organismi (es. gusci di organismi acquatici)
  • Rocce sedimentarie chimiche se si formano per precipitazione di sali da una soluzione satura (es. evaporiti)

Una caratteristica generale delle rocce sedimentarie è che spesso si presentano in strati sovrapposti, ognuno corrispondente ad un certo periodo di sedimentazione.

FormazioneModifica

Le rocce sedimentarie clastiche si formano grazie ad un processo di

  • erosione, che forma il sedimento (es. per termo o crioclastismo)
  • trasporto, per opera del vento, dell'acqua o del ghiaccio
  • sedimentazione, quando il mezzo di trasporto non ha più l'energia sufficiente per trasportare i sedimenti, questi vengono depositati.
  • compattazione, sotto la loro stessa pressione i sedimenti si compattano ed espellono, almeno in parte, l'acqua o l'aria tra i detriti
  • cementazione, i detriti si legano tra loro grazie ai sali che vengono depositati dall'acqua che filtra tra gli interstizi

ClassificazioneModifica

Questa classificazione si basa sull'origine delle rocce sedimentarie

Rocce sedimentarie clasticheModifica

Sono le rocce che derivano dalla sedimentazione di detriti (clasti). Esempi di rocce sedimentarie clastiche sono:

  • Argillite, che deriva dalla sedimentazione di argilla
  • Arenaria, che deriva dalla sedimentazione di sabbia (marina o fluviale)
  • Conglomerato, che deriva dalla sedimentazione di ghiaia o ciottoli (se sono spigolosi viene chiamato breccia)

Rocce sedimentarie organogeneModifica

Sono le rocce che derivano dalla sedimentazione di resti di animali. Contengo spesso fossili. Ad esempio:

  • I calcari compatti (calcari pelagici) che derivano da fanghi marini che si formano per la sedimentazione dei gusci calcarei di foraminiferi (organismi microscopici). Talvolta presentano strati o noduli di selce (formata da resti di radiolari, microorganismi con il giscio siliceo)
  • I calcari fossiliferi. Sedimenti calcarei ricchi di fossili macroscopici
  • la dolomia che in parte deriva da barriere coralline

Rocce sedimentarie chimicheModifica

Si formano per precipitazione chimica da acque sature di sali. Ad es.

  • il travertino, si forma dalla precipitazione di calcare sul letto di fiumi (con acque particolarmente ricche di calcare)
  • concrezioni carsiche (stalattiti e stalagmiti).
  • evaporiti, derivano dalla evaporazione di acque marine o lacustri