Israele – La scelta di un popolo

(Reindirizzamento da Hermann Cohen)
ISRAELE: LA SCELTA DI UN POPOLO

Elezione e Consacrazione nell'Ebraismo
Nr. 8 della Serie misticismo ebraico


Autore: Monozigote 2022


« Se darete attentamente ascolto alla mia voce e osserverete il mio Patto, sarete fra tutti i popoli il mio tesoro/possesso particolare, poiché tutta la Terra è mia. Voi sarete per me un regno/popolo di sacerdoti e una nazione santa. Queste sono le parole che dirai ai figli d'Israele... »
(Esodo 19:5-6)

IndiceModifica


CopertinaIsraele – La scelta di un popolo/Copertina

● — IntroduzioneIsraele – La scelta di un popolo/Introduzione
1. — Spinoza e la sua sfidaIsraele – La scelta di un popolo/Capitolo 1
2. — Il concetto di elezione secondo Hermann CohenIsraele – La scelta di un popolo/Capitolo 2
3. — Il ritorno di Franz Rosenzweig alla dottrinaIsraele – La scelta di un popolo/Capitolo 3
4. — Il recupero della dottrina biblicaIsraele – La scelta di un popolo/Capitolo 4
5. — L'interpretazione rabbinicaIsraele – La scelta di un popolo/Capitolo 5
6. — Due visioni medievali dell'elezioneIsraele – La scelta di un popolo/Capitolo 6
● — ConclusioneIsraele – La scelta di un popolo/Conclusione
Appendice 1 (Biografie)Israele – La scelta di un popolo/Appendice 1
Appendice 2 (Rosenzweig)Israele – La scelta di un popolo/Appendice 2
Appendice 3 (Eternità)Israele – La scelta di un popolo/Appendice 3
Appendice 4 (Kuzari)Israele – La scelta di un popolo/Appendice 4
● — BibliografiaIsraele – La scelta di un popolo/Bibliografia

PREMESSAModifica

Questo libro affronta una questione che ha occupato gran parte della mia vita intellettuale: cosa significa essere ebrei nel mondo, essere scelti da Dio — e tale scelta è vera? Questo libro tratta parimenti della stessa questione in quanto riguarda ebrei seri e anche non-ebrei che sono entrati in contatto con ebrei o con l'ebraismo o entrambi. Questa domanda, mia o di altri, ha origini oscure. Ci ho pensato da quando imparai che il mio essere ebreo significa qualcosa di ben distinto. Gli ebrei – e molti non-ebrei – ci hanno pensato da quando gli ebrei sono diventati chiaramente riconoscibili nel mondo.

Questo wikilibro conduce una riflessione storica, filosofica e teologica sulla dottrina ebraica centrale dell'elezione di Israele da parte di Dio, nota anche come idea di popolo eletto. Storicamente, analizza il grande cambiamento nel pensiero ebraico moderno determinato dall'inversione della dottrina da parte di Baruch Spinoza: che non fu Dio ad eleggere Israele, ma Israele ad eleggere Dio. Lo sviluppo di tale inversione è illustrato dal pensiero del filosofo-teologo tedesco Hermann Cohen. Filosoficamente, il mio studio esplora le implicazioni ontologiche delle due diverse teologie dell'elezione. Teologicamente, sostiene la correlazione tra elezione e rivelazione e sostiene che è necessaria una teologia dell'elezione per affrontare due questioni centrali, vale a dire: chi sono gli ebrei e in che modo gli ebrei si relazionano al mondo? Il quadro costruttivo che ne risulta porta a una nuova comprensione della modernità ebraica.

Nota GeneraleModifica

Tutte le traduzioni, salvo diversa indicazione, sono dell'autore.
Due termini formulati filosoficamente compaiono regolarmente in questo wikilibro e richiedono una spiegazione ab initio.

  1. Costituzione: Uso il termine nel senso fondamentale che fece Husserl: una ricostruzione di un datum all'interno della coscienza, in opposizione alla rappresentazione nel senso empirico in cui un datum è postulato visto come appare immediatamente. Cfr. Husserl, (EN) Ideas, sez. 86. Differisco da Husserl per il fatto che la base di questa costituzione non è l’ego qua cogito, ma un punto di vista all'interno dell'ebraismo come tradizione vivente a cui sono principalmente legato.
  2. Relazione: Con questo termine intendo "relazione" nel senso del tedesco Verhältnis, cioè la connessione di essenze costituite come parti di un tutto più ampio. Pertanto, le essenze o le idee sono "relative"; e se la relazione è simmetrica, sono "correlate". Contrasto questo con il termine "relazione/rapporto", che è usato nel senso del tedesco Beziehung, cioè l'interazione tra le persone. La struttura di questa interazione scorre da ciò che è tra le persone e non funziona come una totalità di qualche tipo che racchiude a priori.
Abbreviazioni
  • HTR ⇒ Harvard Theological Review
  • HUCA ⇒ Hebrew Union College Annual
  • JAOS ⇒ Journal of the American Oriental Society
  • JJS ⇒ Journal of Jewish Studies
  • JJTP ⇒ Journal of Jewish Thought and Philosophy
  • JQR ⇒ Jewish Quarterly Review
  • JSJT ⇒ Jerusalem Studies in Jewish Thought
  • M ⇒ Mishnah
  • MGWJ ⇒ Monatsschrift für die Geschichte und Wissenschaft des Judenthums
  • PAAJR ⇒ Proceedings of the American Academy for Jewish Research
  • QS ⇒ Qiryat Sefer
  • R ⇒ Rabbi
  • REJ ⇒ Revue des études juives
  • T ⇒ Tosefta
  • Tos. ⇒ Tosafot
  • TB ⇒ Talmud Babilonese (Bavli)
  • TG ⇒ Talmud di Gerusalemme (o Yerushalmi, gerosolimitano)

(cfr. anche nota in Discussioni)

NOTA: Si consiglia questo wikilibro a lettori esperti in materia di ebraismo e con una buona conoscenza (ENHE) .
Le citazioni estese in queste due lingue sono lasciate nell'originale.
  Serie misticismo ebraico  
Libri nella serie: Messianismo Chabad e la redenzione del mondo  •  Introduzione allo Zohar  •  Isaac Luria e la preghiera  •  Il Nome di Dio nell'Ebraismo  •  Rivelazione e Cabala  •  Storia intellettuale degli ebrei italiani  •  Abulafia e i segreti della Torah  •  Israele – La scelta di un popolo  •  Nahmanide teologo
Bibliografie & Glossari: 1  •  2  •  3  •  4  •  5  •  6  •  7  •  8  •  9