Pragelatese/Morfologia/Articoli

Indice del libro


Gli articoli del pragelatese si distinguono in determinativi e indeterminativi in modo analogo a quelli delle lingue affini francese, piemontese e italiano.

Articoli determinativiModifica

Gli articoli determinativi concordano con il genere e il numero del sostantivo. Gli articoli plurali sono nella forma in -z quando precedono un sostantivo che inizia per vocale. Nel caso femminile singolare perdono la 'a'.

Singolare Uso Plurale Uso
Maschile ‘l (ël) “il/lo” Davanti a parola che inizia per consonante. Es: ‘l tóc (il pezzo) lou “i,gli” Usata davanti a parola che inizia per consonante. Es: lou tócs (i pezzi)
l’ “il/lo” Davanti a parola che inizia per vocale. Es: l’amic (l’amico) louz (lou-z), (lh’) “ i,gli” Davanti a parole che iniziano per vocale. Es: louz amics (gli amici)
Femminile la “la” Usata davanti a parola che inizia per consonante. Es: la tórt (la torta salata) lâ (laa) “le” Davanti a parola che inizia per consonante. Es: lâ tórta (le torte salate)
l’, “la” Usata davanti a parola che inizia per vocale. Es l’aig (l’acqua) lâz (lâ-z) “le” Usata davanti a parole che iniziano per vocale. Es: lâz aiga (le acque)

Altri esempi:

  • 'l veir e lou veiri, il bicchiere e i bicchieri
  • l'amic e louz amics, l'amico e gli amici
  • la mizò e lâ mizòn, la casa e le case
  • l'erb e laz erba, l'erba e le erbe

Nomi propriModifica

Davanti ai nomi propri di persona si usa quando la persona stessa è in qualche modo familiare. Es ( 'l Mitzìa, 'l Dzac, la Terès).

Nella denominazione dei luoghi l'uso non è regolare. Indicativamente è più frequente per i toponimi derivanti da nome di una persona o famiglia legata alla località ('l Dzirôm) o il carattere descrittivo (la Grôn Cost). Non si ha l'articolo se l'origine del toponimo non è o non è più evidente o se il toponimo si riferisce a una valle o un centro esterno all’area.


ParticolaritàModifica

In altre varianti dell'occitano di altri paesi della bassa val Chisone e della vicina val Germanasca, l'articolo 'lou' è la forma del singolare invece che del plurale, questo è motivo di tipica confusione tra parlanti originari di queste località diverse ma confinanti.

Articoli indeterminativiModifica

Italiano Pradzalenc Esempi della parlata
uno eun, ‘n (en) solo nel parlato, davanti a parola che inizia per consonante eun tóc un pezzo, eun poum una mela
una un un icol una scuola, un tórt una torta salata

Articolo partitivoModifica

La funzione di articolo partitivo è esercitata dalla sola preposizione dë, 'd, d' che traduce del, della, dei, delle. Rispetto all’italiano l’articolo partitivo non viene mai omesso.

Esempi:

  • Aout c'mà dë pertsa. Alti come delle pertiche
  • Avà-ou vît dë persouna? Hai visto delle persone?