Libro di cucina/Ricette/Stufato alla sangiovannese

Lo stufato alla sangiovannese è un secondo piatto, tipico di San Giovanni Valdarno.

La storiaModifica

La tradizione vuole che all'inizio del secolo scorso, un cuoco sangiovannese, Virgilio Aldinuzzi, inviato in guerra in Libia nel 1911, avesse là sperimentato delle spezie locali, a tutt'oggi segrete, che conferivano un particolare sapore allo stufato e che poi, tornato in patria, riuscì a ripetere con successo l'esperimento.

IngredientiModifica

  • carne di vitello: muscolo di zampa
  • ossi della bestia
  • verdure
  • spezie
  • vino rosso (Chianti)

PreparazioneModifica

L'ingrediente principale è il muscolo della zampa anteriore del vitello, che rende il sapore molto diverso dallo spezzatino.

La cottura deve avvenire in un tegame di coccio o alluminio e deve essere girato con un mestolo di legno. Quando la carne è rosolata, nell'olio con le verdure, viene aggiunto il vino rosso e successivamente un po' di conserva di pomodoro e, un po' alla volta, il brodo preparato con gli ossi. Poco prima della fine cottura, viene aggiunta la noce moscata. La preparazione dura circa quattro ore.

Collegamenti esterniModifica