Libro di cucina/Ricette/Ferratella

La Ferratella è un dolce tipico delle regioni Abruzzo, Lazio e Molise. La preparazione dell'impasto per ottenere le cialde cambia in base alle varie tradizioni locali. In Abruzzo è nota anche con nomi diversi come in alcune aree della Marsica in cui viene chiamata Nivola o in provincia di Teramo dove è nota come Neola. Nel Molise è detta Cancella o Cancellata, mentre nelle aree laziali di Cittaducale e della provincia di Rieti confinanti con quella dell'Aquila la realizzazione di questo dolce è andata scemando.

IngredientiModifica

Per 4 persone (circa 20 ferratelle):

  • 3 uova
  • 3 cucchiai di zucchero
  • 3 cucchiai d'olio d'oliva extravergine
  • 300 grammi di farina tipo "00"
  • scorza di limone
  • 1 bicchiere di latte
  • 1 tazza di farina
  • 1 cotica di maiale
  • 1 piccolo bicchiere di rosolio o anice
  • 1 pizzico di sale

PreparazioneModifica

L'amalgama necessaria per formare la pasta da biscotto si ottiene sbattendo le uova insieme allo zucchero. Mischiati i due ingredienti si unisce l'olio e la scorza grattugiata di limone. La pasta da biscotto si avrà unendo la farina, il latte e versando un piccolo quantitativo della base liquorosa del rosolio oppure di anice con un pizzico di sale. Una piccola porzione della pasta ottenuta va quindi posata sul ferro a tenaglia appositamente fatto surriscaldare sul fuoco e unto con la cotica di maiale. La cottura su questo tipo di ferro consente di cuocere entrambi i lati della pastella ed è abbastanza veloce. È possibile ripiegare la cialda quando è ancora calda o semplicemente unirne due farcendole prima con cioccolata, marmellata oppure con le creme.

Altri progettiModifica