Geografia generale ed economica/L'agricoltura

Indice del libro

L'agricolturaModifica

L'agricoltura è la coltivazione di specie vegetali. La finalità principale dell'agricoltura è quella di ottenere prodotti dalle piante.

IntroduzioneModifica

Il settore agricolo ha un ruolo importante nell'economia mondiale, poiché occupa circa un terzo della popolazione della Terra. Il contributo dell'agricoltura al PIL mondiale è basso (3%). L'agricoltura non è importante solo perché nutre un'intera popolazione, ma produce anche materie prime per l'industria.

L'agricoltura nell'antichitàModifica

L'agricoltura è nata almeno 10.000 anni fa. Nacque molto prima nell'area definita Mezzaluna fertile. La scoperta è avvenuta in un villaggio presso il fiume Giordano a nord di Gerico. È grazie all'agricoltura che i nomadi fondarono le prime aggregazioni urbane. L'economia dell'Egitto era basata sull'agricoltura e fu tra le prime popolazioni a utilizzare l'aratro in legno, e zappa; soprattutto nel bacino del Medio Oriente e del Mediterraneo e in quei tempi iniziarono ad addomesticare gli animali. L'allevamento garantiva una maggiore disponibilità di carne e latte, oltreché materie prime come lana e pelli e fino alla scoperta dei motori a scoppio, fu la più importante forza di lavoro come aiuto nell'aratura e nella fertilizzazione del terreno. Nel mondo classico e latino, il sistema agrario si basava sulla divisione della terra in funzione all'esigenza della città e nella rotazione biennale dove, in autunno, circa metà della terra veniva seminata con cereali e l'altra metà veniva lasciata a riposo (maggese). Il secondo anno s'invertivano le due porzioni.

 
aratro trainato da cavalli

BiologiaModifica

Ci sono diversi fattori che influiscono nell'agricoltura:

  • Fattori biologici intrinseci: influenzano l'anatomia delle singole specie agrarie.
  • Fattori biologici estrinseci: sono le relazioni che si formano fra le specie agrarie e gli altri organismi viventi che popolano l'ecosistema naturale, con interazioni di competizione, predazione, parassitismo, simbiosi, neutralismo, ecc.
  • Fattori climatici: sono i fenomeni dovuti all'interazione dell'atmosfera e del sole con la superficie terrestre. I principali fattori climatici che influenzano la produzione vegetale sono la radiazione solare, la temperatura, le precipitazioni , il vento, l'umidità atmosferica.
  • Fattori pedologici: sono i fenomeni dovuti all'interazione del terreno con l'idrosfera, l'atmosfera, il sole, l'idrosfera e la biosfera. Il terreno è un ambiente complesso, generato dall'equilibrio fra la litosfera e gli altri elementi che interagiscono sulla superficie terrestre.

Calo produttivo mondialeModifica

Nel mondo l'agricoltura produce 2,5 miliardi di tonnellate però allo stesso tempo l'area coltivata è aumentata solo del 12%. Secondo uno studio della FAO nel prossimo decennio ci sarà un calo della produzione mondiale (l'aumento dei costi e la limitazione dei territori).

I bisogni alimentari della popolazione mondiale richiederanno una produzione agricola sempre maggiore. Si stima che nel 2050 si dovrà produrre il 50% dei beni alimentari in più.

Impatto sull'ambienteModifica

  1. L'agricoltura è responsabile della produzione del 33% di gas serra sul totale della dispersione mondiale (la deforestazione, l'uso dei fertilizzanti, la combustione di biomasse) perciò contribuiscono al cambiamento del clima.
  2. Un'altra cosa fondamentale è l'acqua. Nell'agricoltura è usato il 70% dell'acqua disponibile.
  3. Un altro impatto negativo sull'ambiente è l'uso di sostanze chimiche e inoltre mette anche a rischio la salute umana.
  4. Negli ultimi anni sono stati inventati gli OGM che sono accusati di produrre danni alla salute umana.

L'agricoltura biologicaModifica

I sostenitori dell' agricoltura biologica propongono concimi organici e l'eliminazione di insetti con prodotti non chimici. L'agricoltura biologica copre oltre 37 milioni di ettari di terreno coltivabile.

Informazioni prese dal libro di wikipedia