Wikijunior Dinosauri/Fossili

Dinosauri

Introduzione
Tyrannosaurus
Allosaurus
Velociraptor
Herrerasaurus
Apatosaurus
Brontosaurus
Ankylosaurus
Stegosaurus
Triceratops
Iguanodon
Pterosauri
Plesiosauri
Ittiosauri
Estinzione
Pangea
Fossili
Glossario

Un fossile è ciò che resta di un animale o una pianta vissuta moltissimo tempo fa. Quando animali e piante muoiono, i loro corpi di solito si distruggono o vengono mangiati da altri animali, e dopo un po' di tempo non resta più nulla. Ma a volte alcune parti del corpo si conservano, e possono essere scoperte molto tempo dopo. Dai fossili possiamo imparare molte cose su animali e piante vissuti molto tempo fa. Sappiamo che i dinosauri sono esistiti proprio perché abbiamo trovato i loro fossili.

Come si formano i fossili?Modifica

I fossili si formano quando i resti di un animale o di una pianta vengono seppelliti da sedimenti (cioè sabbia o fango). Questo succede più facilmente quando i resti si trovano in acqua, ad esempio sul fondo del mare o di un lago. Spesso le parti molli del corpo vengono distrutte, e restano solo quelle dure, come ossa o denti. Queste parti, molto lentamente, vengono sostituite da minerali provenienti dai sedimenti, e diventano roccia.

Altre volte, i resti di animali e piante si conservano perché vengono coperti dalla lava eruttata dai vulcani, oppure coperti dal ghiaccio e congelati, oppure (se sono piccoli, come insetti o foglie) avvolti da resine, che poi induriscono e diventano ambra.

Anche il carbone è una specie di fossile, che si è formato dai resti di piante trasformati da batteri.

 
Fossile di Pterodactylus (American Museum of Natural History - New York)

Ecco un esempio di come può essersi formato il fossile di un dinosauro:

  • Il dinosauro muore e viene trascinato via da un'inondazione. Il suo corpo viene sommerso e poi, un po' alla volta, viene coperto da sedimenti.
  • Le parti molli del corpo vengono distrutte e restano solo le ossa. Dai sedimenti, i minerali penetrano nelle ossa, e molto lentamente, prendono il posto dell'osso. Le ossa così si trasformano in pietra. Questo processo è lentissimo, possono volerci milioni di anni.
  • Molto tempo dopo, la roccia intorno al fossile si consuma e lo scheletro del dinosauro spunta fuori dal terreno e viene scoperto.


Tracce fossiliModifica

 
Orma fossile di Chirotherium, un dinosauro del Triassico inferiore

Le tracce fossili sono fossili che non si sono formati direttamente dal corpo di un animale o di una pianta. Ad esempio possono essere:

  • orme fossilizzate
  • gusci di uova fossilizzati
  • nidi fossilizzati
  • escrementi fossilizzati (sono chiamati coproliti)

Dove si trovano i fossili?Modifica

Sono stati trovati fossili un po' in tutto il mondo. Questi sono alcuni luoghi dove ne sono stati trovati molti:

  • vicino ad Asti, in Piemonte
  • vicino al Ghost Ranch nel Nuovo Messico
  • nei pozzi di bitume di La Brea, vicino a Los Angeles
  • nella formazione di Morrison (un tipo di rocce che si trovano nell'ovest degli Stati Uniti)
  • nelle argilliti di Burgess in Canada
  • nel pozzo di Messel e nei calcari di Solnhofen in Germania
  • nel deserto di Gobi in Asia
  • nella Baia dei Dinosauri in Australia

In Italia sono stati trovati fossili di dinosauri vicino a Benevento, Varese, Trieste, e in Liguria. Sono state ritrovate molte orme fossilizzate vicino a Rovereto e in Puglia (nel Gargano e ad Altamura).

Cosa devo fare se trovo un fossile?Modifica

È difficile trovare un fossile e forse non ti capiterà mai. Ma potrebbe anche succedere! Se pensi di aver trovato un fossile, portalo a un museo, dove ci sono degli esperti che potranno studiarlo e dirti che cos'è. Se sei molto, molto fortunato, potrebbe anche essere una nuova specie di dinosauro. Gli scienziati potrebbero chiamarla col tuo nome. Però non dovresti mai andare in giro a scavare in cerca di fossili! È meglio lasciarlo fare agli esperti.