Tecnologia/Ceramica

Indice del libro

A cura di Eleonora Di Benedetto e Matilde Iezzi, classe 1C, scuola secondaria di primo grado "G. Chiarini - C. De Lollis", Chieti Revisione a cura del prof. Giovanni Cielo

Alla scoperta di...Modifica

Hai mai sentito parlare dei laterizi? Secondo te, quali sono gli oggetti fatti di ceramica? Prova a riempire un cartellone con le fotografie degli oggetti in ceramica e terracotta che hai in casa.

Approfondisci la conoscenzaModifica

I materiali ceramiciModifica

i materiali ceramici si ottengono mescolando argilla e caolino insieme ad acqua e altre materie che servono a "dar vita" alle proprietà. le ceramiche si dividono in ceramiche a pasta porosa e a pasta compatta (vi spiegheremo meglio dopo*) Possiamo fare una prima distinzione tra laterizi, preparati solo con l'argilla e le ceramiche, che si preparano con quantità diverse di argilla e caolino.

I lateriziModifica

Con il termine laterizi si intendono mattoni i blocchi forati e le tegole, ottenuti lavorando l'argilla i blocchi provenienti dalle cave vengono disgregati e la polvere così ottenuta viene mescolata con acqua. fatto ciò si passa alla formatura che può essere fatta per stampaggio oppure per estrusione. il composto così ottenuto viene fatto essiccare all'aria e poi cotto in forni a tunnel, in essi i laterizi vengono portati ad una temperatura di cottura intorno ai 1000°C mentre sono su un nastro trasportatore che li sposta dall'ingresso all' uscita del forno. con il raffreddamento e estrazione, si completa la lavorazione. i prodotti così ottenuti, i laterizi, sono molto compatti dall'elevata resistenza alla compressione ma non alla trazione e, per questo, vengono utilizzati in edilizia per costruire muri tetti e rivestimenti.

La produzione delle ceramicheModifica

Queste le fasi di lavorazione per la produzione delle ceramiche.

Preparazione dell'impasto: la materia prima ovvero l'argilla e caolino mescolato ad acqua e da altre sostanze si ottiene la BARBOTTINA, una materia plastica e facilmente malleabile.

Formatura: a seconda dell'oggetto che si vuole ottenere la formatura può avvenire in diversi modi.

Essiccazione e prima cottura: l'oggetto viene lasciato essiccare fino a perdere quasi tutta l'acqua contenuta nell'impasto, dopo di che viene effettuata la prima cottura che è a temperature comprese tra i 1000°C e i 1300°C, il prodotto ottenuto viene chiamato BISCOTTO.

Smaltatura e seconda cottura: una volta eseguita la prima cottura il biscotto può essere decorato o rivestito con lo SMALTO, costituito da polveri mescolate ad acqua; la smaltatura, non serve solo a decorare l' oggetto ma anche a renderlo impermeabile. Il biscotto smaltato subisce quindi, la seconda cottura il cui scopo è quello di far aderire lo smalto alla ceramica; quest'ultima avviene a temperature inferiori alla prima (di solito intorno ai 900°C). Mentre avviene il raffreddamento lo strato di smalto fuso si solidifica e si vetrifica (cioè diventa lucido e brillante come il vetro) donando all' oggetto lucentezza, colore, impermeabilità e durezza.

La lavorazione al tornioModifica

Il tornio è una macchina che sfrutta la forza centrifuga subita dall'argilla, posta sopra un disco solitamente metallico; sfrutta anche la forza delle mani del ceramista o TORNIANTE, con lo scopo di ottenere una forma liscia e regolare. esistono diversi tipi di tornio, a pedali, torni a motore o elettrici, quelli a pedali consentono l'aumento o la diminuzione della velocità di un disco attraverso un pedale. il tornio presenta solitamente scanalature circolari concentriche utili alla lavorazione di un opera simmetrica. l'argilla può essere lavorata direttamente dall'artigiano oppure esso può usare degli attrezzi specifici.

                                               |--→non smaltate-che assorbono acqua
                                               |   es. terracotte pentole vasi tegami
                     A PASTA POROSA            |
                   ⇗                           |--→smaltate-che non assorbono acqua
                 ⇗                             |   es. vasi piatti e decorazioni

le ceramiche

possono essere

                 ⇘
                   ⇘                           |
                     A PASTA COMPATTA          |--→gres glinker
                         impermeabili e con    |
                        superfici antigraffio  |

Sviluppa le competenzeModifica

Diventa protagonistaModifica

Verifica formativaModifica

Quiz: La ceramicaModifica

Errore di sintassi

1 Come si ottengono i materiali ceramici?

caolino e soda
caolino e rottami di ceramica
caolino e argilla
gesso e argilla

2 quali sono i materiali che si ottengono solo con l'argilla?

ceramiche
vasi
piastrelle
laterizi

3 cosa si indica per laterizi?

piatti
mattoni
bottiglie
sanitari

4 a quanti gradi vengono cotti i laterizi?

1000°
2500°
3000°
+900°

5 cosa vuol dire che un oggetto resiste alla compressione?

quando un corpo resiste all' allungamento massimo
quando un oggetto resiste al taglio
quando un oggetto resiste allo schiacciamento
quando un oggetto resiste all'attorcigliamento

6 le ceramiche si dividono in:

pasta liscia e pasta ruvida
pasta porosa e pasta compatta
pasta morbida e pasta dura
pasta opaca e pasta lucida

7 qual è la pasta più pregiata?

pasta porosa
pasta compatta
pasta ruvida
pasta lucida

8 a quanto quoce la pasta porosa?

1000°
100°
1300°
130°

9 per ottenere un oggetto in ceramica si usa un procedimento simile a quello di:

laterizi
sanitari
piastrelle
vetro

10 cos'è la barbottina?

impasto difficilmente lavorabile
impasto elastico facilmente lavorabile
impasto plastico facilmente lavorabile
impasto malleabile

11 che cos'è il biscotto?

un dolce
il prodotto ottenuto dalla prima cottura
il prodotto ottenuto dalla seconda cottura
il prodotto smaltato

12 qual è la funzione dello smalto?

opacizzare con tipi di smalto
fare le unghie
rendere impermeabile e decorare
lucidare

13 che scopo ha la seconda cottura?

ha lo scopo di far aderire lo smalto all' oggetto
ha lo scopo di cuocere meglio l'oggetto
ha lo scopo di rendere pesante l'oggetto
ha lo scopo di opacizzare l'oggetto

14 da che cosa è costituito il tonio?

da un palo roteante
da un cilindro roteante
da un pedale
su una superficie roteante fissata a un perno

15 a cosa serve il tornio?

modellare l'argilla
modellare la creta
decorare i centrotavola
fare piatti


Guida del docenteModifica