Riparazione della bicicletta/Messa a punto della serie sterzo

GeneraleModifica

Come la maggior parte dei cuscinetti della bicicletta, anche la serie sterzo richiede una manutenzione periodica che ne garantisca il funzionamento ottimale.

Esistono due tipi di serie sterzo.

Sulle biciclette dadate è più frequente trovare il sistema standard, in cui il cannotto della forcella è filettato. Il cuscinetto superiore (conico) si avvita al cannotto forcella e viene regolato da un dado. L'attacco manubrio si infila nel cannotto forcella, a cui viene fissato tramite un expander.

La maggior parte delle biciclette moderne è dotata di serie sterzo a-head. In questo caso il tubo della forcella non è filettato ed è più lungo di qualche centimetro: l'attacco manubrio gli viene fissato con un sistema a morsetto. I cuscinetti della serie sterzo vengono stretti (regolati) da un tirante detto anche "ragnetto" inserito nel tubo della forcella, che si regola con una chiave a brugola. Il tirante produce una tensione contro il cuscinetto superiore (l'attacco dev'essere allentato prima di effettuare questa regolazione).

Nelle serie sterzo si trovano diversi tipi di cuscinetti a sfera tra cui cuscinetti a sfere libere, cuscinetti roller e cuscinetti a cartuccia.

SmontaggioModifica

  • Rimuovere la vite, il tappo e gli eventuali spessori da sopra l'attacco manubrio.
  • Controllando che la forcella sia appoggiata, allentare le viti che stringono l'attacco manubrio al cannotto forcella. Sfilare quindi l'attacco dal cannotto facendo sempre attenzione alla forcella, che ora è libera.
  • L'anello di compressione conico potrebbe rimanere attaccato al cannotto della forcella: colpire delicatamente il tubo con un martello di gomma o con il palmo della mano per liberarlo. Alcune serie sterzo (con cuscinetti sigillati) hanno un anello di gomma all'interno dell'anello di compressione (tappo): conviene tenerne uno sostitutivo a portata di mano o fare molta attenzione a non romperlo.
  • Togliere la forcella dal telaio, fare attenzione a ricordare la disposizione e orientazione di tutti gli elementi.
  • Pulire e controllare cuscinetti e sfere.

AssemblaggioModifica

  • Ingrassare entrambe le calotte, le sedi a corona e i cuscinetti.
  • Rimontare tutti i pezzi nell'ordine contrario a quello di smontaggio.
  • Infilare gli eventuali spessori e l'attacco sul cannotto della forcella (senza stringere le viti), riposizionare il tappo e la vite di regolazione.
  • I cuscinetti vengono regolati stringendo e allentando la vite superiore, fino ad eliminare ogni gioco. Per verificare, tirare il freno anteriore e spingere la bicicletta avanti e indietro.
  • Ora che i cuscinetti sono ben regolati, allineare l'attacco manubrio e stringere le viti.

Montaggio e regolazioneModifica

La tecnica di regolazione delle serie sterzo filettate è simile a quella usata per tutti i cuscinetti con calotte e sedi coniche. L'attacco manubrio non fa parte della serie sterzo e non è necessario rimuoverlo per questo intervento di manutenzione. Non bisogna aver paurea di eccedere con l'applicazione del grasso: l'eccesso verrà spremuto fuori.

  • Pulire il grasso vecchio da tutte le sfere, le sedi, i coni etc.
  • Applicare il nuovo grasso alle corone e inserite sfere pulite (meglio se nuove) nella sede a corona, applicando tutto il grasso necessario. Fare attenzione e non lasciar cadere nessuna sfera. Se le sfere sono in una gabbia, farla scorrere lungo il cannotto della forcella e sistemarla sulla sede.
  • Infilare la forcella nel tubo di sterzo del telaio, facendo sempre attenzione a non perdere le sfere.
  • Applicare del grasso nuovo al tappo superiore e sistemate delle sfere pulite (meglio se nuove) sulla calotta superiore, aggiungendo il grasso necessario. Fare attenzione e non lasciar cadere nessuna sfera. Se le sfere sono in una gabbia, sistemarla attentamente nella calotta superiore.
  • Applicare un sottile strato di grasso alla filettatura del cannotto della forcella per facilitarne la futura rimozione.
  • Avvitare le sedi filettate verso il basso lungo la forcella fino a che sono abbastanza strette da non lasciar cadere nessuna sfera, ma lasciando ancora un po' di gioco da togliere successivamente.
  • Far scorrere le rondelle verso il basso dalle sedi filettate. Le rondelle sono spesso adattate per essere posizionate in un'incisione nel cannotto della forcella.
  • Avvitare il dado della serie sterzo giù per il cannotto della forcella e senza stringere contro la sede filettata e le rondelle.
  • Stringere con le mani la sede filettata in modo che la forcella giri facilmente, ma senza gioco laterale. Se è cosí allentata, sarà possibile muovere la forcella da un lato all'altro. Se i cuscinetti sono in cattive condizioni, il movimento resterà un po' troppo frenato in alcune posizioni e un po' troppo libero in altre.
  • Bloccando la sede filettata con una mano, stringere con le dita il dado contro la sede.
  • Usare due chiavi per serie sterzo (o una chiave per serie sterzo e una chiave a pappagallo) per stringere il dado mantenendo ferma la sede filettata.
  • Stringendo il dado al punto giusto il movimento della forcella deve essere libero, ma privo di gioco. Allentare il dado e ripetere l'operazione fino a raggiungere questo risultato. Se dovesse risultare impossibile, alcune della cause potrebbero essere: sfere consumate, superfici di contatto consumate, numero di sfere sbagliato, cannotto della forcella piegato.
  • Asportare infine il grasso in eccesso.

Link esterniModifica

http://www.bikewebsite.com/adjhead.htm