Libro di cucina/Cose utili/Fornelli e forno

I forni sono costituiti da:

  • una una camera di cottura costituita in acciaio e coibentata (cioè isolata termicamente) con lana di vetro, per conservare la temperatura
  • un generatore di calore: può essere a gas costituito da una serie di fiamme, oppure elettrico
  • uno sportello anch'esso in acciaio.
  • il punto comandi dal quale si governa il macchinario

Tipi di fornoModifica

Forno tradizionaleModifica

La fonte di calore è posta in basso, il che rende difficile una cottura omogenea; per questo motivo il forno può essere provvisto di una fonte di calore in alto, cosi da poterne migliorare la distribuzione.

Forno a termoconvezioneModifica

Questo forno è alimentato a gas e a elettricità. È provvisto di una turbina che aspira l'aria contenuta nella camera di cottura, la porta a contatto con il generatore di calore e la distribuisce all'interno del forno; è provvisto anche di un umidificatore.

Forno a vaporeModifica

Questo tipo di forno utilizza il vapore. All'interno del generatore di calore viene immessa acqua che, trasformata in vapore, viene distribuita con una turbina nella camera di cottura.

Forno trivalente convezione-vaporeModifica

È il forno più usato recentemente, dato che unisce le prestazioni tipiche del forno a convezione con quelle del forno a vapore. Può essere munito di sonda, per cotture più precise, e di docca per facilitare la cottura

Forno a microondeModifica

La fonte di calore è costituita da un generatore di onde elettromagnetiche che, penetrando all'interno per 1-2 cm, provocano un'eccitazione molecolare che genera calore molto velocemente.