Finlandese/Pronuncia

La pronuncia della lingua finlandese è molto simile a quella italiana, in quanto ogni lettera non cambia mai il suo suono, cosa che avviene invece in altre lingue. In poche parole, in finlandese si legge come si scrive.

DittonghiModifica

Come in italiano, i dittonghi, cioè i gruppi di vocali, si pronunciano come sono scritti.

Vocali lungheModifica

In finlandese è facile trovare vocali raddoppiate (aa, ee, ii, oo, uu, yy, ää, öö). In questo caso, si allunga il suono della vocale interessata.

Accento tonicoModifica

L'accento tonico in finlandese cade sempre sulla prima sillaba. Essendo una lingua agglutinante, in parole molto lunghe ci possono essere più accenti.

VocaliModifica

Il finlandese conta 8 vocali:

a e i o u y ä ö

Le vocali possono essere lunghe o brevi. Le vocali lunghe si scrivono e si pronunciano come vocali doppie rispetto alle vocali brevi.

Di conseguenza avremo:

  • chiusa anteriore: i, y;
  • chiusa posteriore: u;
  • media anteriore: e, ö;
  • media posteriore: o;
  • aperta anteriore: ä;
  • aperta posteriore: a;

La loro pronuncia cambia lievemente da quella italiana:

  • a: ha un suono un po' più chiuso rispetto alla a italiana
  • e: ha un suono più aperto come nella parola italiana èlica
  • o: si pronuncia come una ò aperta
  • u: come in italiano
  • y: come la u francese in tu
  • ä: ha un suono intermedio tra la a e la e
  • ö: intermedia tra una o ed una e
  • å: si trova in parole svedese come suggerisce anche il nome (ruotsalainen oo = o svedese) e si pronuncia come una o

ConsonantiModifica

In totale ci sono 12 consonanti:

d h j k l m n p r s t v

A queste va aggiunta una consonante che non trova posto nella lingua scritta che è: ŋ, che può valere -nk-(se breve) oppure -ng-(se lunga).

Per quanto riguarda la pronuncia:

  • d, f, l, m, n, p, t, v: si pronunciano come in italiano
  • b, g: spesso vengono pronunciate rispettivamente p e k, non sono consonanti proprie dell'alfabeto finlandese infatti si trovano solo in parole di origine straniere.
  • h: davanti a consonante si pronuncia aspirata come nella parola tedesca o davanti a vocale invece ha semplicemente suono aspirato.
  • j: come una i consonantica italiana in ieri.
  • k: si pronuncia sempre dura come in italiano cocco, anche dinanzi a vocali come la e e la i.
  • ŋ: è un suono più nasale della italiana, è simile alla n italiana di banco; compare spesso in nk/nk (vedi alternanza consonantica).
  • r: più vibrante della italiana.
  • s: si pronuncia come una s sonora.
  • w: come la v italiana in vela.