Bivona/Il castello

Resti del castello di Bivona

Il castello di Bivona (castrum o turris Bibonae) è un castello di origine medievale di Bivona.

Una torre di guardia esisteva a Bivona già nel 1299, forse relativa ad una struttura fortificata[senza fonte]. Su queste preesistenze venne edificato intorno alla prima metà del XIV secolo[1]. l'edificio del castello, ancora parzialmente visibile, anche se parte dei suoi resti sono inglobati in strutture di epoca successiva. I resti comprendono i ruderi del bastione e qualche rimanenza di altri elementi di fortificazione e sono stati dichiarati monumento nazionale.

La superficie anticamente occupata era di circa 1700 m². Il lato nord era lungo 47,50 metri, il lato est 35 metri, il lato sud 27 metri e il lato ovest 44,50 metri.[senza fonte]

NoteModifica

  1. Lo storico medievale [[w:Michele da Piazza|]] afferma che nel 1359 il castello subì una tentativo di distruzione da parte di Guido e [[w:Francesco Ventimiglia|]], e che l'edificio venne nuovamente ricostruito nel giro dello stesso anno ad opera di Corrado Doria[senza fonte]

Altri progettiModifica