Terre rare/Introduzione

Indice del libro

"Terre rare" è un nome convenzionale con cui si identificavano, per via delle caratteristiche chimico-fisiche simili, i lantanidi (chiamati anche lantanoidi) e gli elementi di scandio, ittrio e lantanio.

Questo nome deriva dal fatto che si definivano "terre" gli ossidi fortemente basici insolubili in acqua, termine poi usato per indicare gli elementi difficili da separare. Invece "rare" deriva dal fatto che all'epoca della loro scoperta si ritenevano poco comuni, cosa che è risultata essere falsa per la maggior parte degli elementi del gruppo, che hanno un abbondanza notevole anche se, proprio per via delle loro caratteristiche chimiche (alta densità e inerzia chimica) tendono a essere poco concentrati e quindi diffusi in tutta la crosta terrestre.

Generalmente si indicano con il simbolo Ln tutti i lantanoidi nel caso in cui tutti gli elementi del periodo (o parte di essi dove è specificato) si comportano in maniera simile in reazioni. Sono esclusi da questo simbolo Lantanio, Ittrio e Scandio che possono venire indicati per convenzione come Gruppo IIIA.[1]

Tabella riepilogativaModifica

Simbolo

elemento

Numero

atomico

Isotopi

stabili

Abbondanza

crosta terrestre

(ppm)

Peso

atomico

Raggio metallo* Data

scoperta

Scopritore
Scandio Sc 21 1 25 44,9559 162 1879 L.F. Nilson
Ittrio Y 39 1 31 88,9559 180 1843 C.G. Mosander
Lantanio La 57 2 35 138,9055 187 1839 C.G. Mosander
Cerio Ce 58 4 66 140,12 181,8 1839 C.G. Mosander
Praseodimio Pr 59 1 9,1 140,9077 182,4 1885 C.A. von Welsbach
Neodimio Nd 60 7 40 144,24 181,4 1885 C.A. von Welsbach
Promezio Pm 61 - 4,5X10-20 - 183,4 1945 J.Marinsky

L.Glendenin

C.Coryell

Samario Sm 62 7 7,0 150,36 180,4 1879 L. de Boisbaudran
Europio Eu 63 2 2,1 151,96 208,4 1901 E.A. Demarcay
Gadolinio Gd 64 7 6,1 157,25 180,4 1880 J.C.G. de Marignac
Terbio Tb 65 1 1,2 158,9254 177,3 1843 C.G. Mosander
Disprosio Dy 66 7 4,5 162,50 178,1 1886 L. de Boisbaudran
Olmio Ho 67 1 1,4 164,9304 176,2 1879 P.T. Cleve
Erbio Er 68 6 3,5 167,26 176,1 1843 C.G. Mosander
Tullio Tm 69 1 0,5 168,9342 175,9 1879 P.T. Cleve
Itterbio Yb 70 7 3,1 173,04 193,3 1878 J.C.G. de Marignac
Lutezio Lu 71 2 0,8 174,967 173,8 1907 G. Urbain

*Il raggio del metallo indicato ha configurazione 12 per scandio, ittrio e lantanio e configurazione 6 per i lantanoidi[2]

NoteModifica

  1. N.N. Greenwood e A. Earnshaw pag: 1461
  2. N.N. Greenwood e A. Earnshaw pag: 1142,1464,1468