Differenze tra le versioni di "Gesù e il problema di una vita/Capitolo 3"

testo
(testo)
(testo)
 
=== Festività ===
Il calendario ebraico era segnato da un certo numero di [[w:Festività ebraiche|festività]], le quali non erano semplicemente un'occasione per cucinare cibo speciale e fare riunioni di famiglia; erano tempi che commemoravano grandi eventi della storia ebrica. La seguente tabella riporta tutte la maggiori feste, di cui quattro principali sono citate nei vangeli ed evidenziate in giallo:
{|class="wikitable" style="text-align:center;"
|+ Feste religiose ebraiche<ref>Elencate secondo l'ordine dei mesi del calendario religioso tradizionale.</ref>
|- bgcolor="sandybrown"
! Nome ebraico
! Traduzione
! Giorno
! Evento ricordato
! Riferimento biblico
! Note
|-
| [[w:Shabbat|שבת]]<br />(''shabbàt'')
| [[w:Shabbat|Sabato]] letteralmente "smise"
| [[w:Sabato|Sabato]]
| Riposo di Dio il 7º giorno al termine della creazione
| -
| Caratterizzato dal riposo dalle attività lavorative e dalla liturgia sinagogale
|-
| [[w:Rosh Hodesh|ראש חודש]]<br />(''rosh hodèsh'')
| [[w:Rosh Hodesh|Rosh Hodesh]] letteralmente "capo del mese"
| 1° del mese
| -
| -
| Festa minore
|-
| [[w:Digiuno dei primogeniti|תענית בכורות]]<br />(''ta'anìt bekhoròt'')
 
| [[w:Digiuno dei primogeniti|Digiuno dei primogeniti]]
| 14 [[w:Nisan|Nisan]]
| Salvezza degli Israeliti dalla piaga dell'uccisione dei primogeniti in Egitto
| -
| -
|-style="padding:7px; border:1px solid silver; background:#ffff4d;"
| [[w:Pesach|פסח]]<br />(''pèsach'')
| [[w:Pesach|Pasqua]]<ref name=pellegrinaggio>[[w:Pesach|Pesach]], [[w:Shavuot|Shavuot]] e [[w:Sukkot|Sukkot]] sono dette שלוש רגלים (''[[w:shalosh regalim|shalosh regalim]]'', "tre pellegrinaggi") perché per esse, nell'antico Israele, era previsto che i fedeli si recassero al [[w:Tempio di Gerusalemme|Tempio di Gerusalemme]].</ref> letteralmente "passaggio"
| 15-22 [[w:Nisan|Nisan]]
| [[w:Esodo (racconto biblico)|Fuga degli Ebrei dall'Egitto]]
| [[w:Libro dell'Esodo|Libro dell'Esodo]]
| Principale festa dell'anno. Anticamente celebrava l'inizio del raccolto dei cereali
|-
| [[w:Conteggio dell'Omer|ספירת העומר]]<br />(''sefiràt ha'omèr'')
| [[w:Conteggio dell'Omer|Conteggio dell'Omer]]
| -
| -
| -
| 49 giorni tra [[w:Pesah|Pesah]] e [[w:Shavuot|Shavuot]]
|-
| [[w:Lag Ba'omer|ל"ג בעומר]]<br />(''lag ba'omèr'')
| [[w:Lag Ba'omer|Lag Ba'omer]]<br />letteralmente "(giorno) 33 nel (conteggio del) Omer"
| 18 [[w:Iyar|Iyar]]
| Fine di un'epidemia al tempo di [[w:Rabbi Akiva|Rabbi Akiva]] e festa per il completamento della vita di Rabbi [[w:Shimon bar Yochay|Shimon bar Yochay]]
| -
| -
|-style="padding:7px; border:1px solid silver; background:#ffff4d;"
| [[w:Shavuot|שבועות]]<br />(''shavuòt'')
| [[w:Shavuot|Settimane]]<ref name=pellegrinaggio/>
| 6-7 [[w:Sivan|Sivan]]
| Dono della [[w:Torah|Torah]] a [[w:Mosè|Mosè]] sul [[w:Monte Sinai (Bibbia)|monte Sinai]]; ringraziamento per il raccolto
| [[w:Libro di Rut|Libro di Rut]]
| Nota anche come [[w:Pentecoste|Pentecoste]] (traslitterazione del [[w:Lingua greca|greco]] πεντηκοστή, cinquantesimo) in quanto ricorre 50 giorni dopo la Pasqua. Anticamente celebrava la fine del raccolto dei cereali
|-
| [[w:17 di Tammuz|שבעה עשר בתמוז]]<br />(''shiv'àh asàr b'tammùz'')
| [[w:17 di Tammuz|17 di Tammuz]]
| 17 [[w:Tammuz (mese)|Tammuz]]
| Varie calamità, tra le quali la breccia nelle mura di [[w:Gerusalemme|Gerusalemme]] da parte dei [[w:Babilonesi|Babilonesi]] che portò alla distruzione del [[w:Tempio di Salomone|primo tempio]] (nel 586/7 p.e.v.)
| -
| Lutto e digiuno
|-
| [[w:Digiuni ebraici|בין המצרים]]<br />(''beìn ha-metzarìm'')
| [[w:Digiuni ebraici|Tre settimane]]<br />letteralmente "(tre settimane) tra i digiuni (del 17 di Tammuz e del 9 di Av)"
| 17 [[w:Tammuz (mese)|Tammuz]] - 9 di [[w:Av (mese)|Av]]
| Distruzione del [[w:Tempio di Salomone|primo]] e [[w:secondo tempio|secondo tempio]] di Gerusalemme (586/7 p.e.v. e 70 e.v.)
| -
| Lutto e digiuno
|-
| [[w:Digiuni ebraici|תשעת הימים]]<br />(''tish'at haiomìm'')
| [[w:Digiuni ebraici|Nove giorni]]
| 1 - 9 di [[w:Av (mese)|Av]]
| -
| -
| Lutto e digiuno
|-
| [[w:Tisha BeAv|תשעה באב]] oppure [[w:Tisha BeAv|ט׳ באב]]<br />(''tish'à beàv'')
| [[w:Tisha BeAv|9 di Av]]
| 9 di [[w:Av (mese)|Av]]
| Distruzione del [[w:Tempio di Salomone|primo]] e [[w:secondo tempio|secondo tempio]] di Gerusalemme (586/7 p.e.v. e 70 e.v.)
| [[w:Libro delle Lamentazioni|Libro delle Lamentazioni]]
| Lutto e digiuno
|-
| [[w:Rosh haShana|ראש השנה]]<br />(''rosh hashanà'')<ref>cfr. comunque anche il mese ebraico ''[[w:Elul|Elul]]''</ref>
| [[w:Rosh haShana|Capodanno]]
| 1 [[w:Tishri|Tishri]]
| Inizio dell'anno (secondo l'ordinamento dei mesi moderno)
| -
| -
|-
| [[w:Digiuno di Godolia|צום גדליה]]<br />(''tsom ghedaliá'')
| [[w:Digiuno di Godolia|Digiuno di Godolia]]
| 3 [[w:Tishri|Tishri]]
| Uccisione del governatore Gedaliah (= Godolia)<ref>Secondo la [[w:Tanakh|Bibbia ebraica]], '''Gedaliah''' (גְּדַלְיָּה "G'dalyyâh" o '''גְּדַלְיָהוּ''' "G'dalyyâhû", che significa ''Jah è diventato grande'') fu nominato governatore della provincia babilonese di Yehud da [[w:Nabucodonosor II|Nabucodonosor II]] ({{passo biblico2|2Re|25:22}}; {{passo biblico2|Geremia|40:5}}; {{passo biblico2|Geremia|52:16}}), formatasi dopo la sconfitta del [[w:Regno di Giuda|Regno di Giuda]] e la distruzione di Gerusalemme, in una parte di territorio che precedentemente formava il regno stesso. Veniva sostenuto dalla guardia [[w:Caldei|caldea]] di stanza a Mizpah ({{passo biblico2|2Re|25:22-24}}, {{passo biblico2|Geremia|40:6-8}}). Alla notizia della nomina di Gedaliah, gli ebrei che si erano rifugiati nei paesi circostanti, ritornarono a Giuda ({{passo biblico2|Geremia|40:11-12}}) nel 586 p.e.v. Si veda {{cita web|url=http://strongsnumbers.com/hebrew/1436.htm|titolo=Strong's Hebrew: 1436. גְּדַלְיָה (Gdalyah) -- Gedaliah|sito=strongsnumbers.com|lingua=en}}</ref>
| -
| -
|-
| [[w:Dieci giorni di conversione|עשרת ימי תשובה]]<br />('''aseràt iemè teshuvà'')
| [[w:Dieci giorni di conversione|Dieci giorni di conversione]]
| 1-10 [[w:Tishri|Tishri]]
| -
| -
| Periodo precedente allo [[w:Yom Kippur|Yom Kippur]] dedicato a digiuno, carità, riflessione
|-
| [[w:Yom Kippur|יום כיפור]]<br />(''iòm Kippùr'')
| [[w:Yom Kippur|Giorno di espiazione]]
| 10 [[w:Tishri|Tishri]]
| Ravvedimento dai peccati commessi
| -
| All'epoca del [[w:Tempio di Gerusalemme|Tempio di Gerusalemme]] il [[w:Sommo Sacerdote|Sommo Sacerdote]] imponeva le mani sul [[w:capro espiatorio|capro espiatorio]] (poi divenuto proverbiale) trasferendo in esso tutte le colpe del popolo, lasciandolo quindi morire nel deserto
|-style="padding:7px; border:1px solid silver; background:#ffff4d;"
| [[w:Sukkot|סוכות]]<br />(''sukkòt'')
| [[w:Sukkot|Capanne]]<ref name=pellegrinaggio/>
| 14-22 [[w:Tishri|Tishri]] (14-21 in [[w:Israele|Israele]])
| Permanenza degli Ebrei nel [[w:deserto del Sinai|deserto del Sinai]]
| -
| Anticamente celebrava la vendemmia e la fine dell'anno agricolo
|-
| [[w:Hoshanah Rabbah|הושענא רבה]]<br />(''hosha'nà rabbà'')
| [[w:Hoshanah Rabbah|Grande osanna]]
| 21 [[w:Tishri|Tishri]]
| -
| -
| -
|-
| [[w:Shemini Atzeret|שמיני עצרת]]<br />(''sheminì 'atzerèt'')
| [[w:Shemini Atzeret|Ottavo (giorno) dell'assemblea]]
| 22 [[w:Tishri|Tishri]]
| -
| -
| In [[w:Israele|Israele]] coincide con [[w:Simhat Torah|Simhat Torah]]
|-
| [[w:Simhat Torah|שמחת תורה]]<br />(''simhàt toràh'')
| [[w:Simhat Torah|Gioia della Torah]]
| 23 [[w:Tishri|Tishri]] (22 in [[w:Israele|Israele]])
| [[w:Torah|Torah]]
| -
| Giorno seguente alla festa di Sukkot, segna la fine del ciclo della lettura della Torah e l'inizio di un nuovo ciclo
|-style="padding:7px; border:1px solid silver; background:#ffff4d;"
| [[w:Hanukkah|חנכה]]<br />(''hanukkà'')
| [[w:Hanukkah|Dedicazione]]
| 25 [[w:Kislev|Kislev]] - 2 o 3 [[w:Tevet|Tevet]]
| Dedicazione del [[w:Tempio di Gerusalemme|Tempio di Gerusalemme]] nel 164 p.e.v. ad opera di [[w:Giuda Maccabeo|Giuda Maccabeo]]
| -
| Rappresenta attualmente una sorta di festività ebraica parallela al Natale cristiano(scambio di doni e clima gioioso)
|-
| [[w:Dieci di Tevet|עשרה בטבת]]<br />('''asarà betevèt'')
| [[w:Dieci di Tevet|Dieci di Tevet]]
| 10 [[w:Tevet|Tevet]]
| Ricordo dell'assedio di Gerusalemme del 588 a.C. da parte di [[w:Nabucodonosor II|Nabucodonosor II]]
| -
| Digiuno
|-
| [[w:Tu BiShvat|ט״ו בשבט]]<br />(''tu bishvàt'')
| [[w:Tu BiShvat|Quindici di Shevat]]
| 15 [[w:Shevat|Shevat]]
| -
| -
| Capodanno degli alberi
|-
| [[w:Digiuno di Ester|תענית אסתר]]<br />(''ta'anìt Estèr'')
| [[w:Digiuno di Ester|Digiuno di Ester]]
| 13 [[w:Adar|Adar]]
| Digiuno del popolo ebraico per l'imminente sterminio descritto nella [[w:Meghillat|Meghillat]] del [[w:Libro di Ester|Libro di Ester]]
| -
| Digiuno precedente alla festa di [[w:Purim|Purim]]
|-
| [[w:Purim|פורים]]<br />(''purìm'')
| [[w:Purim|Sorti]]
| 14-15 [[w:Adar|Adar]]
| Salvezza degli Ebrei dallo sterminio del perfido Aman come descritto nella [[w:Meghillat|Meghillat]] del [[w:Libro di Ester|Libro di Ester]]
| [[w:Libro di Ester|Libro di Ester]]
| Equivalente come aspetti folkloristici al [[w:carnevale|carnevale]] occidentale
|-
|}
Tutte queste feste potevano solo essere celebrate appropriatamente presso il Tempio di Gerusalemme. Particolarmente vero per la ''Pesach'', che richiedeva la macellazione di un agnello sacrificale. Le feste erano un'occasione per ricordare al popolo chi era, cosa rappresentava e cosa sperava.<ref>Per i mesi ebraici, si veda su Wikipedia il template ''[[w:Template:Mesi ebraici|Mesi ebraici]]''.</ref>
 
== Conclusione ==
Qualsiasi non-ebreo che avesse contatto con ebrei al tempo di Gesù, specialmente quelli in Palestina, avrebbe probabilmente considerato la loro fede irritante, sconcertante e intrigante. Senza dubbio si sarebbe irritato per l'esclusivismo ebraico e la loro opinione che tutti i Gentili fossero impuri. Le leggi ebraiche della purezza, dell'alimentazione e dello Shabbat avrebbe sconcertato i Gentili. Questi sarebbero rimasti perplessi per l'assenza di idoli e la semplicità (e logica) di avere un unico Dio, piuttosto che la folla battagliera di dei e dee nel panthon greco e romano.
 
Tuttavia nel pensare alla fede ebraica all'epoca di Gesù, dobbiamo tenere in mente il fatto che c'era, al suo centro, un grosso problema. L'ebraismo si basava sull'idea di essere una nazione santa, di avere una terra ebraica governata da leggi ebraiche con un re ebreo. Non esisteva un concetto di divisione tra stato e religione. Il regno che il popolo ebraico anelava era un regno dove ogni singolo aspetto di vita dovesse essere sotto la santa sovranità di Dio.
 
Tale era la speranza. La realtà era ben diversa.
{{clear}}
== Note ==
{{Vedi anche|Serie cristologica}}
11 217

contributi