Differenze tra le versioni di "Osservare il cielo/Costellazioni estive: verso il centro della Via Lattea"

→‎Il Serpente: ortografia
(→‎Il Serpente: ortografia)
 
Trovare in cielo il '''Serpente''', una volta note le stelle dell'Ofiuco, non è difficile; l'unica difficoltà può essere rappresentata dal fatto che il Serpente è l'unica costellazione del cielo che appare divisa in due parti: la '''Testa''' e la '''Coda'''. Questo perché storicamente Serpente e Ofiuco venivano considerate quasi un'unica costellazione (un uomo avvolto da un serpente) e dunque nell'individuare la figura occorre fare riferimento a delle stelle di entrambe le costellazioni. Quando l'Unione Astronomica Internazionale si riunì per stabilire i confini delle costellazioni, si scelse di dividere il Serpente in due parti. Per individuare il Serpente occorre considerare come appartenenti a questa costellazione anche le stelle meridionali dell'Ofiuco precedentemente trovate.
 
La parte della Testa è la più luminosa: partendo dalla coppia ε e la δ Ophiuchi, si prosegue verso nord-ovest il tratto indicato dalle due stelle, fino ad incrociarne altre due, di cui una luminosa: quest'ultima stella, nota come '''Unukalhai''', rappresenta il cuore del Serpente. La testa vera e propria è invece individuabile in un gruppetto di stelle poste poco più a nord.
 
La Coda si trova in direzione opposta rispetto all'Ofiuco, fra questo e l'Aquila; si prosegue la concatenazione di stelle dell'Ofiuco verso est, individuando dapprima la brillante η Serpentis, e poi la θ.
 
<div style="clear:both"></div>
 
==Lo Scorpione==
[[Immagine:Scorpione.png|350px|left|Lo Scorpione]]
31

contributi