Scienze per la scuola media/La tavola periodica degli elementi

La tavola periodica degli elementi classifica gli atomi in base al numero atomico crescente. E' stata ideata dal chimico russo Dmitrij Mendeleev[1] nel 1869. Nella tavola periodica moderna, gli elementi sono posti progressivamente in ciascun periodo da sinistra a destra secondo la sequenza dei loro numeri atomici, iniziando una nuova riga dopo un gas nobile. Il primo elemento nella riga successiva è sempre un metallo alcalino con un numero atomico più grande di un'unità rispetto a quello del gas nobile

Possiamo distinguere 8 gruppi (in numeri romani), ossia le colonne verticali; l'appartenenza ad un gruppo sta ad indicare il numero di elettroni sul livello energetico più esterno. Un atomo può avere al massimo 8 elettroni sul livello più esterno e questa situazione è definita Ottetto ed indica la maggiore o minore stabilità dell'atomo.

I periodi, ossia le righe orizzontali, indicano i gusci, o livelli energetici, che un atomo può presentare. Al massimo ci sono 7 periodi.

Nel 2012 è stato appurato che tutti gli elementi fino al californio (Z = 98) possono essere trovati in natura in quantità minuscole nelle cave di uranio; gli altri presenti nella Tavola periodica sono di sintesi.

La tavola periodica degli elementi

I metalliModifica

È divisa in metalli, sulla sinistra, e non metalli, sulla destra separati dai semimetalli (in grigio).

Le caratteristiche dei metalli sono:

  • a temperatura ambiente tutti allo stato solido (ad eccezione del mercurio)
  • lucenti
  • hanno un alto punto di fusione ed ebollizione
  • duttili (ossia riducibili in fili)
  • malleabili (ossia riducibili in fogli sottili)
  • buoni conduttori di elettricità e calore.
H   He
Li Be   B C N O F Ne
Na Mg   Al Si P S Cl Ar
K Ca Sc   Ti V Cr Mn Fe Co Ni Cu Zn Ga Ge As Se Br Kr
Rb Sr Y   Zr Nb Mo Tc Ru Rh Pd Ag Cd In Sn Sb Te I Xe
Cs Ba La * Hf Ta W Re Os Ir Pt Au Hg Tl Pb Bi Po At Rn
Fr Ra Ac ** Rf Db Sg Bh Hs Mt Ds Rg
 
  * Ce Pr Nd Pm Sm Eu Gd Tb Dy Ho Er Tm Yb Lu
  ** Th Pa U Np Pu Am Cm Bk Cf Es Fm Md No Lr
alcalino ed alcalino-terrosi metalli pesanti metalli pesanti

I non metalliModifica

Le caratteristiche dei non metalli sono:

  • a temperatura ambiente la maggior parte è allo stato gassoso, alcuni sono allo stato solido (es. carbonio, silicio, zolfo ecc.) solo il bromo è allo stato liquido
  • hanno un basso punto di fusione ed ebollizione
  • nè duttili, nè malleabili
  • cattivi conduttori di calore ed elettricità.
H   He
Li Be   B C N O F Ne
Na Mg   Al Si P S Cl Ar
K Ca Sc Ti V Cr Mn Fe Co Ni Cu Zn Ga Ge As Se Br Kr
Rb Sr Y Zr Nb Mo Tc Ru Rh Pd Ag Cd In Sn Sb Te I Xe
Cs Ba * Hf Ta W Re Os Ir Pt Au Hg Tl Pb Bi Po At Rn
Fr Ra ** Rf Db Sg Bh Hs Mt Ds Rg  
 
  * La Ce Pr Nd Pm Sm Eu Gd Tb Dy Ho Er Tm Yb Lu  
  ** Ac Th Pa U Np Pu Am Cm Bk Cf Es Fm Md No Lr  
Alogeni Gas nobili Altri elementi non metallici