Disposizioni foniche di organi a canne/Italia/Piemonte/Città metropolitana di Torino/Ivrea/Ivrea - Santuario di Monte Stella

Indice del libro


  • Costruttore: Fratelli Costamagna di Milano (MI)
  • Anno: seconda metà del XX secolo[1]
  • Restauri/modifiche: Sergio Castegnaro (2020, revisione)
  • Registri: 10 (di cui 7 reali e 3 combinati)
  • Canne: 600 circa
  • Trasmissione: elettrica
  • Consolle: indipendente in cantoria, rivolta verso la parete laterale sinistra
  • Tastiere: 1 di 58 note (Do1-La5)
  • Pedaliera: concavo-radiale di 27 note (Do1-Re3)
  • Collocazione: in corpo unico su cantoria in controfacciata
Manuale
Principale 8'
Dulciana 8'
Viola 8'
Celeste 8'
Unda maris 8'[2]
Voce umana 8'[2]
Coro viole 8'[2]
Ottava 4'
Ripieno 5 file 2'
Tremolo
Pedale
Subbasso 16'

NoteModifica

  1. Strumento costruito in origine per la Cappella dell'Immacolata Concezione di Burolo (TO) e trasferito in seguito presso il Santuario di Monte Stella in Ivrea
  2. 2,0 2,1 2,2 Registro combinato

BibliografiaModifica

Vasco Acotto, Organi e organisti nella Diocesi di Ivrea, Ivrea, Tipografia Ferraro, 1985.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica