Confessione di fede di Westminster/cfw25/cfw25-5

Indice - Indice sezione - Precedente - Successivo

25:5 Anche le chiese più pure sulla terra sono soggette sia a mescolanza che ad errori (497); ed alcune sono tanto degenerate da diventare non chiese di Cristo ma sinagoghe di Satana (498). Cionondimeno, vi sarà sempre sulla terra una chiesa per rendere culto a Dio secondo la Sua volontà (499).

Inglese Latino
V. The purest churches under heaven are subject both to mixture and error; and some have so degenerated as to become no churches of Christ, but synagogues of Satan. Nevertheless, there shall be always a Church on earth to worship God according to his will. V. Purissimæ omnium quæ in terris sunt Ecclesiæ, cum mixturæ tum etiam errori sunt obnoxiæ, eousque autem nonnullæ degenerarunt, ut ex Ecclesiis Christi factæ demum sint ipsius Satanæ Synagogæ; nihilominus tamen nunquam deerit in terris Ecclesiæ, quæ Deum colat secundum ipsius voluntatem.

Riferimenti bibliciModifica

  • (497) "Poiché ora vediamo come in uno specchio, in modo oscuro; ma allora vedremo faccia a faccia; ora conosco in parte; ma allora conoscerò pienamente, come anche sono stato perfettamente conosciuto" (1 Corinzi 13:12); "Egli propose loro un'altra parabola, dicendo: «Il regno dei cieli è simile a un uomo che aveva seminato buon seme nel suo campo ... Lasciate che tutti e due crescano insieme fino alla mietitura; e, al tempo della mietitura, dirò ai mietitori: 'Cogliete prima le zizzanie, e legatele in fasci per bruciarle; ma il grano, raccoglietelo nel mio granaio' ... l regno dei cieli è anche simile a una rete che, gettata in mare, ha raccolto ogni genere di pesci" (Matteo 13:24‑30,47).
  • (498) "Egli gridò con voce potente: «È caduta, è caduta Babilonia la grande! È diventata ricettacolo di demòni, covo di ogni spirito immondo, rifugio di ogni uccello impuro e abominevole" (A­pocalisse 18:2); "...non insuperbirti contro i rami; ma, se t'insuperbisci, sappi che non sei tu che porti la radice, ma è la radice che porta te ... Considera dunque la bontà e la severità di Dio: la severità verso quelli che sono caduti; ma verso di te la bontà di Dio, purché tu perseveri nella sua bontà; altrimenti, anche tu sarai reciso" (Romani 11:18‑22).
  • (499) "E anch'io ti dico: tu sei Pietro, e su questa pietra edificherò la mia chiesa, e le porte dell'Ades non la potranno vincere" (Matteo 16:18); "Il suo nome durerà in eterno, il suo nome si conserverà quanto il sole; gli uomini si benediranno a vicenda in lui, tutte le nazioni lo proclameranno beato ... SIGNORE, ascolta la mia preghiera e giunga fino a te il mio grido!" (Salmi 72:17; 102:28); "Andate dunque e fate miei discepoli tutti i popoli battezzandoli nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo ... insegnando loro a osservare tutte quante le cose che vi ho comandate. Ed ecco, io sono con voi tutti i giorni, sino alla fine dell'età presente" (Matteo 28:19,20).

NoteModifica

Anche le chiese più pure sulla terra sono soggette sia a mescolanza [di bene e di male, di veri come di falsi credenti] che ad errori [di varia natura]. Alcune sono tanto degenerate da diventare non [più] chiese di Cristo ma sinagoghe di Satana. Cionondimeno, vi sarà sempre sulla terra una chiesa per rendere culto a Dio secondo la Sua volontà.