Come fare la raccolta differenziata/Carta

Cos'è la carta?Modifica

  Questa sezione è ancora vuota; aiutaci a scriverla!

Pericoli per la salute e l'ambienteModifica

  Questa sezione è ancora vuota; aiutaci a scriverla!

Come distinguere la carta dalla plasticaModifica

La carta e la plastica possono essere spesso distinte chiaramente in quanto la carta (o cartone) presenta una superficie più ruvida e opaca, mentre la plastica presenta una superficie più liscia e lucida.

Talvolta è però difficile capire se un involucro sia fatto di carta o di plastica. In tal caso possiamo provare a strappare l'involucro, osservando da vicino i bordi che si sono formati in corrispondenza dello strappo: se i bordi dello strappo sono netti, molto probabilmente si tratta di plastica, mentre i bordi dello strappo della carta risultano spesso frastagliati a causa delle fibre di cellulosa che contengono e che appaiono come dei "pelucchi" microscopici se visti da molto vicino. Se invece non si riesce a strappare l'involucro o se tirandolo da due parti si allunga, si tratta quasi sicuramente di plastica.

Bisogna inoltre fare attenzione al caso in cui il materiale è costituito da più strati (vedi più sotto l'esempio del Tetrapak). In questo caso, uno o entrambi i lati possono apparire più lisci e lucidi in quanto plastificati o per la presenza di uno strato di alluminio (come può succedere nel caso di molti incarti di caramelle). In tali casi di materiali multistrato, ogni Comune può avere delle convenzioni differenti e in molti casi si tratterà di rifiuto indifferenziato.

Cosa mettere nella cartaModifica

  • Giornali
  • Libri
  • Quaderni
  • Fumetti
  • Riviste
  • Pieghevoli
  • Sacchetti di carta
  • Poster
  • Foglietti per le istruzioni
  • Scatoli dei farmaci (ma non farmaci che sono classificati come rifiuti pericolosi)
  • Scatole di cartoncino
  • Cartone piegato

Cosa non mettere nella cartaModifica

  • Fotografie
  • Bicchieri di carta e piatti
  • Carte plastificate
  • Carte sporche di cibo

Casi dubbiModifica

  • Tetrapak: Il Tetrapak all'apparenza sembra cartone, ma in realtà si tratta di un insieme di strati dove oltre al cartone sono presenti polietilene (che è una plastica) e alluminio. Sono fatte di Tetrapak molte confezioni di succhi di frutta. Si riconoscono dal simbolo del Tetrapak che è sempre presente nella confezione. A seconda del Comune, viene differenziato insieme alla carta, all'alluminio o alla plastica.

Dove va a finire?Modifica

  Questa sezione è ancora vuota; aiutaci a scriverla!