Apri il menu principale
CopertinaC/Copertina
IndiceC/Indice

I blocchi if e switch sono detti di selezione perché "selezionano" le opzioni a seconda di una condizione.

Indice

Verità e falsità in CModifica

Prima di poter usare blocchi if e switch è bene sapere che cosa intende il C per vero o falso.

  • Un'espressione in C è ritenuta falsa se il suo valore è uguale allo zero binario, vera se il suo valore è diverso dallo zero binario.
  • Gli operatori logici (==, !=, <, <=, >, >=) rendono uno se l'espressione è logicamente vera, e zero se l'espressione è logicamente falsa.
  • Più in generale, qualsiasi istruzione C (assegnazione di variabile/operazione logica/operazione matematica) restituisce sempre un risultato e può quindi essere valutata in termini di vero/falso. Ad esempio, l'istruzione di assegnazione a=3; è vera (il valore restituito è 3) mentre b=0; è falsa (il valore restituito è 0).

Blocco ifModifica

Il blocco if esegue un'azione se la condizione specificata tra parentesi è vera.

Blocco if sempliceModifica

Questa istruzione esegue semplicemente un'istruzione se l'espressione specificata è vera. L'espressione va sempre racchiusa tra parentesi.

SintassiModifica

if (espressione)
 istruzione;

oppure, se si desiderano eseguire più istruzioni, le si racchiude in un blocco.

if (espressione)
{
  istruzione1;
  istruzione2;
  istruzioneN;
}

Esempi d'usoModifica

if ((c+b/7)==45)
{
 myvar=14;
 printf("c+b/7 è uguale a 45");
}

Blocco if-elseModifica

Se la condizione è vera, si eseguono le istruzioni specificate dall'if; se è falsa quelle specificate dal blocco else.

SintassiModifica

if (condizione)
{
  /* istruzione da eseguire se la condizione è Vera */
}
else
{
  /* istruzione da eseguire se la condizione è Falsa */
}

Esempi d'usoModifica

if ((c+b/7)==45)
{
 myvar=14;
 printf("c+b/7 è uguale a 45");
}
else
{
 myvar=7;
 printf("c+b/7 non è uguale a 45");
}

Blocco if-else if-elseModifica

Se la condizione specificata nell'if è vera, si eseguono le istruzioni specificate dall'if, altrimenti se è vera una delle condizioni specificate in un else if si eseguono le istruzioni specificate dall'else if. Se nessuna delle espressioni è vera, si eseguono le istruzioni specificate dall'else.

SintassiModifica

if (condizione1)
{
  /* istruzione da eseguire se condizione1 è Vera */
}
else if (condizione2)
{
  /* istruzione da eseguire se condizione2 è Vera */
}
else if (condizioneN)
{
  /* istruzione da eseguire se condizioneN è Vera */
}
else
{
  /* istruzione da eseguire se nessuna condizione è Vera */
}

Esempi d'usoModifica

int myvar;
if ((c+b/7)==45)
{
 myvar=14;
 printf("c+b/7 è uguale a 45");
}
else if ((c+b/7)==47)
{
 myvar=15;
 printf("c+b/7 è uguale a 47");
}
else
{
 myvar=0;
 printf("I numeri inseriti non sono validi.");
}

L'operatore '?'Modifica

Il blocco if-else può essere sostituito dall'operatore ?. Per esempio:

((c+b/7) == 45) ? myvar=14 : myvar=7;

Questo è equivalente al secondo esempio (eccetto per i printf). Un altro possibile uso è un'assegnazione condizionale:

 i = j<10 ? 5 : 6;

che equivale a:

 if (j<10) i = 5;
 else i = 6

Blocco switch-caseModifica

Il blocco switch-case permette di selezionare un'istruzione da eseguire in base ad una variabile.

Blocco switch-case sempliceModifica

Questo blocco seleziona semplicemente un'istruzione tra le proposte in base ad una variabile. L'istruzione break interrompe l'elaborazione del blocco switch, in modo da uscire subito dal blocco se una condizione è vera. L'istruzione break è opzionale, ma se non viene usata, vengono eseguite le istruzioni dei casi seguenti.

SintassiModifica

switch (variabile)
{
 case valore1:
  // istruzione1
  break;
 
 case valore2:
  // istruzione2
  break;
 
 case valoreN:
  // istruzioneN
  break;
}

Esempi d'usoModifica

switch (myVar)
{
 case 1:
  printf("myVar è uguale a 1");
  break;
 
 case 2:
  printf("myVar è uguale a 2");
  break;
}
switch (myVar)
{
 case 1:
 case 2:
     printf("myVar è uguale a 1 o a 2");
     break;
 case 3:
     printf("myVar è uguale a 3");
     // Cade nel caso 4
 case 4:
     printf("myVar è uguale a 3 o 4");
     break;
}

Dopo l'ultimo caso, l'istruzione "break" è inutile, ma è meglio inserirla ugualmente per evitare errori nel caso si aggiungessero altri casi.

Quasi sempre, prima di una parola-chiave "case", c'è:

  • Un altro "case".
  • Un'istruzione "break" o "return" o "continue" o "goto" (che non è molto consigliato), che fa uscire dal blocco "switch".

Nei casi, come quello dell'esempio precedente, in cui non fosse così, è bene segnalare la situazione con un commento.

In questo esempio le istruzioni vengono eseguite se myVar è uguale a 1 o a 2.

Istruzione switch-case-defaultModifica

Come la precedente, solo che se non si avvera nessuna delle condizioni, viene eseguita l'istruzione specificata dal caso default.

int main(void)
{
 int scelta;

 printf("Inserisci Una Scelta: ");
 scanf("%d", &scelta);

 switch(scelta){
        case  1: printf("Scelta 1\n");     break; 
        case  2: printf("Scelta 2\n");     break;
        case  3: printf("Scelta 3\n");     break;
        default: printf("Altra Scelta\n"); break;
 }
}