Libro di cucina/Ricette/Pampepato: differenze tra le versioni

nessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
{{stub gastronomia}}
 
Il '''pampepato''' o '''pampapato''', è un dolce di forma [[lenticolare]], tipico delle aree rurali del centro-nord Italia. È composto secondo [[tradizione]] da vari alimenti; [[mandorle]], [[nocciole]], [[pinoli]], [[pepe]], [[cedrocannella]], e[[noce moscata]], [[canditi]], ricavati anche dalla buccia di [[arance]] o [[cedro]], il tutto impastato con o senza [[cioccolatocacao]], [[miele]], [[farina]], [[mosto cotto]] d'uva e cotto al forno (meglio se a legna). Viene solitamente consumato durante le festività natalizie.
 
L'origine del nome è da ricercarsi nella doppia interpretazione "Pan del Papato" o "Pane pepato" (cioè speziato). La ricetta è probabilmente nata nei conventi di clausura del Ferrarese, attorno al [[XV secolo]], quando lo [[Stato della Chiesa]] aveva forte influenza sul territorio ma presto divenne anche un dolce consumato dalla corte ducale degli [[Estensi]], con un forte influsso [[oriente|orientale]]. La forma del dolce ricorda senza dubbio la forma della [[zucchetto|papalina]].
 
È anche un dolce tipico della città di [[Terni]] (Umbria) nella cui ricetta si aggiungono anche [[pinoli]], nocciole e ovviamente "pepe".
 
 
== Collegamenti Esterni ==
*[http://www.apt.rieticonsorziopampepatoternano.it/eventohome.php?id=498&g=&m=&a=&nav=htm SagraConsorzio del Pampapato CollevecchioPampepato RietiTernano]
*[http://www.apt.rieti.it/evento.php?id=498&g=&m=&a=&nav= Sagra del Pampapato Collevecchio Rieti]
 
 
Utente anonimo