Differenze tra le versioni di "JavaScript/Oggetto Date"

nessun oggetto della modifica
m
document.write(formattaData(d2));
</source>
La funzione potrebbe sembrare inutile data l'esistenza del metodo dell'oggetto Date <code>toLocalStringtoLocaleString()</code>; tuttavia,che questorestituisce metodouna formattastringa contenente la data formattata secondo le impostazioni locali dell'utente:; tuttavia, per questo motivo, ad esempio, un utente inglese invece che <code>martedì 9 luglio 2007</code> vedrebbeotterrebbe <code>Tuesday, Jule 9, 2007</code>.
 
=== Impostare i valori della data ===
d.setMonth(d.getMonth() - 6); //sei mesi prima
</source>
 
=== Lavorare con l'ora ===
L'oggetto Date mette a disposizione funzioni analoghe anche per gestire le ore:
*<code>getHours()</code>, <code>getMinutes()</code>, <code>getSeconds()</code> e <code>getMilliseconds</code> restituiscono rispettivamente l'ora, i minuti, i secondi e i millisecondi dell'oggetto Date. Ad esempio:
<source lang=javascript>
var d = new Date(2007, 3, 4, 23, 45, 6, 12); //4 aprile 2007, ore 23:45:6 (11 pm)
d.getSeconds(); //restituisce 6
</source>
Il metodo <code>getMilliseconds</code> permette anche di cronometrare l'esecuzione di una porzione di codice o il caricamento della pagina HTML. Inseriamo in testa alle istruzioni da cronometrare il codice:
<source lang=javascript>
var dataPrima = new Date(); //adesso
//memorizza secondi e millisecondi
var sPrima = dataPrima.getSeconds();
var msPrima = dataPrima.getMilliseconds();
</source>
In questo modo salviamo i secondi e i millisecondi del momento in cui inizia il caricamento; poi inseriamo in fondo alla pagina:
<source lang=javascript>
var dataDopo = new Date(); //adesso
//memorizza secondi e millisecondi
var sDopo = dataDopo.getSeconds();
var msDopo = dataDopo.getMilliseconds();
 
document.write('Pagina caricata in ' + (sDopo - sPrima) + ' secondi e ' + Math.abs(msDopo - msPrima) + ' millisecondi');
</source>
 
 
[[Categoria:JavaScript|Oggetto Date]]
8 469

contributi