Profili di donne lucane/Donne nella memoria: differenze tra le versioni

nessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
Etichetta: Ripristino manuale
 
[[File:Elisa Claps 3.jpg|thumb|left|Elisa Claps]]
 
 
Elisa è una ragazza dalle mille passioni. Fa parte di una squadra di pallavolo e ama cucinare. Possiede un quaderno su cui annota tutte le sue ricette; prima tra queste quella del tiramisù, che è anche il primo dolce da lei preparato. Il giorno della settimana in cui si dedica alla cucina è solitamente il sabato. Vuole imparare a guidare il motorino e i genitori non hanno particolari preoccupazioni al riguardo, in quanto Elisa è una ragazza molto matura per la sua età; sa come cavarsela in ogni situazione. Molto spesso ironizza sulla sua forza morale affermando di essere contenta quando qualcosa di spiacevole capiti a lei, che sa come affrontare gli ostacoli grazie alle sue "spalle forti", e non a qualcuno che potrebbe abbattersi. Possiede anche un diario personale molto dettagliato che compila ogni sera, raccontando quanto le è successo durante la giornata appena trascorsa. È lì che conserva anche numerosi fazzolettini utilizzati per scambiare messaggi segreti con le amiche durante le lezioni a scuola o in svariate altre occasioni. A seguito della sua vicenda, che la vede prima come persona scomparsa nel 1994 e poi vittima della violenza di Danilo Restivo (come accertato in seguito al ritrovamento del corpo nella '''[[w:Chiesa della Santissima Trinità (Potenza)|Chiesa della S.S. Trinità di Potenza]]''' nel 2010), uno dei fratelli di Elisa, Gildo Claps, ha fondato l’Associazione “Penelope” nel 2002<ref>[https://www.penelopeitalia.org/ Sito web dell'Associazione Penelope]</ref>. Il suo obiettivo è quello di aiutare chi, come lui, affronta l’angoscia della scomparsa di parenti o amici.
64

contributi