Biologia per istituti tecnici/Sessualità: differenze tra le versioni

m
La masturbazione viene spesso effettuata come forma di autoerotismo dai singoli individui e spesso il termine "masturbazione" fa implicitamente riferimento a questo, però talvolta viene praticata anche dalla coppia per procurarsi piacere erotico anche in assenza di un rapporto sessuale vero e proprio. La masturbazione, anche molto frequente, non porta allo sviluppo di patologie. La masturbazione non avviene solo in adolescenza, ma a tutte le età, anche gli anziani si possono masturbare.
 
* Nei '''maschi''': avviene <u>stimolando prevalentemente il glande</u>. I dati statistici affermano che l'uomo si (auto)masturba molto più frequentemente della donna. Il maschio adolescente tende a masturbarsi ogni giorno (a volte anche più volte al giorno) mentre con l'avanzare dell'età la frequenza diminuisce. Spesso si (auto)masturba pur avendo un partner. Tutto ciò viene considerato normale purché non influisca negativamente sui rapporti sociali e di coppia. Recenti studi <ref>[https://www.europeanurology.com/article/S0302-2838%2816%2900377-8/fulltext]</ref>evidenziano che una relativamente frequente eiaculazione (anche grazie alla masturbazione) diminuirebbe il rischio di cancro alla prostata.
* Nelle '''femmine''': la <u>stimolazione riguarda prevalentemente il clitoride</u>. La frequenza della (auto)masturbazione nelle donne è molto variabile: c'è chi non si masturba mai e chi lo fa tutti i giorni. Alcune donne accettano solo la masturbazione eseguita da un partner. Anche in questo caso viene tutto considerato normale purché non influisca negativamente sui rapporti sociali e di coppia.
 
3 257

contributi