Taumaturgia messianica/Capitolo 2: differenze tra le versioni

testo+compl.
Nessun oggetto della modifica
(testo+compl.)
<center>
{| class="wikitable"
|+ Fig. 1 – Significato dei miracoli di Gesù
|-
| Gesù è Dio || <big>⇒</big> || i miracoli dimostrano la divinità
|}
</center>
Cominciamo dal primo aspetto, cioè la divinità di Gesù. {{passo biblico2|Giovanni|1:1}} indica che Gesù è Dio. Da tutta l'eternità esiste come [[w:Verbo (cristianesimo)|Verbo]], Parola, seconda persona della [[w:Trinità (cristianesimo)|Trinità]]. '''Verbo''' è un titolo [[w:cristologia|cristologico]] esclusivo dell'[[w:Giovanni evangelista|Evangelista Giovanni]]. Il Vangelo di Giovanni [[w:Prologo del Vangelo secondo Giovanni|inizia proprio]] ({{passo biblico|Giovanni|1:1-3}}) con i versetti:<ref>Versione della [[w:Bibbia CEI|Bibbia CEI]], 2008. Si vedano anche le quattro versioni {{it}} in parallelo su [https://www.biblegateway.com/passage/?search=Giovanni%201:1-3&version=NR2006;BDG;CEI;LND ''BibleGateway'': Giovanni 1:1-3]</ref>
 
{{q|In principio era il Verbo [''Lόgos''],<br />
{{q|Per questo il Padre mi ama: perché io offro la mia vita, per poi riprenderla di nuovo. Nessuno me la toglie, ma la offro da me stesso, poiché ho il potere di offrirla e il potere di riprenderla di nuovo.|{{passo biblico2|Giovanni|10:17-18}}}}
 
Un secondo tipo di significato sorge a causa della piena umanità di Gesù (cfr. fig. 1). A partire dal tempo della sua incarnazione, Gesù è pienamente uomo oltre che pienamente Dio ({{passo biblico2|Ebrei|2:14-18}}). È una persona con due nature, la natura divina e una natura umana. Questo è un mistero profondo. Come uomo, Gesù compì opere simili a quelle dei profeti dell'Antico Testamento. Ciò è vero ''in aggiunta'' alla verità che abbiamo appena osservato riguardo al fatto che Gesù compie opere con la sua potenza divina.
 
Un terzo significato riguarda il ruolo unico di Gesù come [[w:Messia|Messia]], il grande salvatore dalla stirpe di [[w:Davide|Davide]], profetizzato nell'Antico Testamento. Per esempio, {{passo biblico2|Isaia|9:6-7}} e {{passo biblico2|Isaia|11:1-9}} predicono la venuta del Messia nella linea di Davide. {{passo biblico2|Isaia|61:1-2}} descrive il servo del Signore come uno ricolmo di Spirito Santo per liberare i prigionieri. Gesù citò il passo di Isaia 61 mentre si trovava nella sinagoga di [[w:Nazareth|Nazareth]] e indicò che si era compiuto in lui ({{passo biblico2|Luca|4:18-21}}). Quando [[w:Giovanni Battista|Giovanni Battista]] inviò messaggeri a Gesù, Gesù indicò le sue opere miracolose come segni di compimento ({{passo biblico2|Luca|7:22}}), sullo sfondo di {{passo biblico2|Isaia|35:5-6}}:
{{q|Allora si apriranno gli occhi dei ciechi<br/>
e si schiuderanno gli orecchi dei sordi.<br/>
Allora lo zoppo salterà come un cervo,<br/>
griderà di gioia la lingua del muto,<br/>
perché scaturiranno acque nel deserto,<br/>
scorreranno torrenti nella steppa.|{{passo biblico2|Isaia|35:5-6}}}}
Così, i miracoli di Gesù adempiono la profezia dell'Antico Testamento.
 
Sono passati ormai quasi duemila anni da quando Gesù compì i suoi miracoli. Il popolo di Dio ha avuto molto tempo per riflettere su tali miracoli. Molto è stato scritto che è fruttuoso per la comprensione. Ma possiamo ancora aggiungervi qualcosa notando i modi in cui ciascuno dei miracoli funziona come una piccola immagine della gloria di Cristo e della sua missione di salvezza. I miracoli raccontano storie che mostrano analogie alla grande storia della redenzione. Dio redime le persone dal peccato affinché possano entrare nella gloria della presenza di Dio. Le piccole storie di redenzione puntano in particolare al culmine della redenzione nella crocifissione, morte, risurrezione, ascensione, regno e seconda venuta di Cristo.
{{clear}}
 
Queste storie ci riguardano perché la chiamata di Dio alla salvezza è rivolta ancor oggi chi si è smarrito:
{{q|Dopo esser passato sopra ai tempi dell'ignoranza, ora Dio ordina a tutti gli uomini di tutti i luoghi di ravvedersi, poiché egli ha stabilito un giorno nel quale dovrà giudicare la terra con giustizia per mezzo di un uomo che egli ha designato, dandone a tutti prova sicura col risuscitarlo dai morti.|{{passo biblico2|Atti|17:30-31}}}}
{{q|In nessun altro c'è salvezza; non vi è infatti altro nome dato agli uomini sotto il cielo nel quale è stabilito che possiamo essere salvati.|{{passo biblico2|Atti|4:12}}}}
{{q|E chi ha sete, venga; e chi vuole, prenda in dono dell'acqua della vita.|{{passo biblico2|Apocalisse|22:17}}}}
 
Nel ventesimo secolo e all'inizio del ventunesimo secolo, l'apprezzamento per le analogie tra le storie di [[w:Redenzione (cristianesimo)|redenzione]] è un po' sbiadito tra gli studiosi, per vari motivi. Quindi è importante esplorare queste analogie. Altri libri hanno posto le basi teoriche per giustificare il processo. Ho anche trovato alcuni libri che spiegano molto bene, in modo teologico e pastorale, le implicazioni dei miracoli di Gesù per oggi basandosi su analogie redentrici.<ref>In particolare, si vedano: Richard D. Phillips, 2001 ''Mighty to Save: Discovering God’s Grace in the Miracles of Jesus''. Phillipsburg, NJ; Thierry Murcia, ''Jésus, les miracles en question'', Paris, 1999 - ''Jésus, les miracles élucidés par la médecine'', Paris, 2003; Robet Funk, & the Jesus Seminar, 1998 ''The Acts of Jesus: The Search for the Authentic Deeds of Jesus''. Polebridge Press, San Francisco; Ton Bersee, 2021 ''On the Meaning of «Miracle» in Christianity. An Evaluation of the Current Miracle Debate and a Proposal of a Balanced Hermeneutical Approach''. Peeters Publishers, Leuven; H. Van der Loos, 1965 ''The Miracles of Jesus'', E.J. Brill Press, Netherlands; Vern S. Poythress, 1999 ''God-Centered Biblical Interpretation''. Phillipsburg, NJ.</ref> In questo studio intendo mostrare la natura di queste analogie redentrici. Dio ha costruito nella storia analogie redentrici: sono queste analogie redentrici che ci permettono di esporre il significato dei miracoli. Le opere di cui sopra si concentrano specificamente sui miracoli nel [[w:Vangelo secondo Luca|Vangelo di Luca]]. Per completare il lavoro, mi concentrerò principalmente sui miracoli in [[w:Vangelo secondo Giovanni|Giovanni]] e in [[w:Vangelo secondo Matteo|Matteo]].
{{Immagine grande|Christ and the pauper.jpg|800px|''Cristo guarisce il cieco'', di [[:en:w:Andrei Mironov (painter)|Andrei Mironov]] (2009)}}
== Note ==
{{Vedi anche|Ecco l'uomo|Gesù e il problema di una vita|Indagine Post Mortem|Serie cristologica}}
<div style="height: 200px; overflow: auto; padding: 3px; border:1px solid #AAAAAA; reflist4" > <references/> </div>
{{Avanzamento|50100%|910 novembre 2021}}
[[Categoria:Taumaturgia messianica|Capitolo 2]]
13 222

contributi