Differenze tra le versioni di "Chimica per il liceo/I legami"

=== I simboli di Lewis e la regola dell’ottetto ===
[[File:Strutture di Lewis dei primi tre periodi.png|sinistra|miniatura|548x548px|'''Figura 4.''' Strutture di Lewis (elettroni di valenza) degli elementi dei primi tre periodi.]]
Gli elettroni di valenza possono essere facilmente rappresentati mediante pratiche notazioni introdotte dal chimico statunitense GilberGilbert N. Lewis e per questo note come '''simboli di Lewis''', in cui tali elettroni sono indicati come puntini o come coppie di puntini disegnati ai quattro lati del simbolo chimico dell'elemento. Come regola generale, si colloca un puntino su ciascun lato del simbolo chimico (è indifferente il lato da cui partire e l’ordine da seguire) per i primi quattro elettroni di legame, dopodiché si accoppiano i puntini su ciascun lato: l'importante è collocare i primi quattro puntini su ciascun lato, dopodiché accoppiarli. Nella figura 4 sono rappresentate le strutture di Lewis per gli elementi appartenenti ai primi tre periodi. Come è possibile notare, gli elementi appartenenti al medesimo gruppo presentano la stessa stessa struttura di Lewis, in quanto dotati della stessa '''configurazione elettronica''' più esterna, ossia la stessa distribuzione degli elettroni di valenza.
 
Nel 1916, Lewis ha inoltre formulato la cosiddetta '''regola dell'ottetto''', una regola empirica che tenta di spiegare, anche se in modo approssimato, la formazione dei legami chimici tra gli atomi. Secondo tale regola ''quando un atomo possiede il livello elettronico esterno completo'' (ossia lo strato di valenza), ''che in genere è costituito da otto elettroni, esso è in una condizione di particolare stabilità energetica e tende a non formare ulteriori legami''. In altre parole, ''un atomo è particolarmente stabile quando ha otto elettroni nello strato di valenza''.
Utente anonimo