Chimica per il liceo/Il laboratorio di chimica: differenze tra le versioni

nessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
Etichetta: Editor wikitesto 2017
Nessun oggetto della modifica
Etichetta: Editor wikitesto 2017
{{Avanzamento|75%|08 maggio 2021}}
{{w}}
= Il laboratorio di chimica delle scuole superiori =
Il laboratorio di chimica delle scuole superiori è un locale adibito alla '''realizzazione di esperienze di chimica''', in genere non particolarmente complesse né pericolose.
 
Nel locale però si trovano anche strumenti e sostanze chimiche che possono comportare dei '''rischi''', per cui bisogna, <u>prima</u> di partecipare ad una attività in laboratorio, effettuare una '''formazione specifica sulla sicurezza nel laboratorio di chimica'''.
 
== La struttura generale ==
Il laboratorio contiene in genere varie attrezzature:
 
* '''banco da lavoro''', che ha i bordi rialzati per evitare la dispersione di liquidi, e ha al suo interno rubinetti per l'acqua, e attacchi per il gas e la corrente elettrica. Lungo il bancone si individuano delle '''postazioni da lavoro''', dove si lavorerà in piccoli gruppi. Ogni postazione avrà a disposizione (idealmente) una presa elettrica e un attacco del gas.
* '''armadi''' per la vetreria ed altre attrezzature
* speciali '''armadi con aspira-vapori''' per stoccare le sostanze chimiche
* almeno una '''cappa aspirante''' per effettuare esperienze che emettono vapori pericolosi
* '''lavandino''' per il lavaggio e la pulizia dei materiali
* '''contenitori''' speciali per il conferimento di rifiuti chimici pericolosi
*'''Cappa aspirante''': è un piccolo banco da lavoro rinchiuso in una cappa aspirante; serve per effettuare esperienze che sviluppano vapori tossici/irritanti.
*'''Frigorifero''': serve per conservare prodotti deperibili.
*'''Dispositivi di sicurezza''': estintore, kit pronto soccorso, lavaocchi e/o doccia di emergenza
 
<gallery>
File:Laboratorio chimico scuola superiore.jpg|Laboratorio chimico di un liceo
File:Postazione lavoro laboratorio chimico.jpg|Postazione di lavoro di un laboratorio di chimica delle scuole superiori
File:Bancone laboratorio di chimica.jpg|Il bancone di un laboratorio di chimica
File:Cappa aspirante laboratorio chimica.jpg|La cappa aspirante del laboratorio di chimica
File:Armadio vetreria.jpg|La vetreria e i relativi accessori sono stoccati in un apposito armadio (laboratorio di chimica)
File:Armadi aspiranti laboratorio di chimica.jpg|armadi aspiranti nel laboratorio di chimica
File:Frigorifero.jpg|Il frigorifero nel laboratorio di chimica
File:Lavandino laboratorio di chimica.jpg|Un lavandino del laboratorio di chimica
File:Lavaocchi.jpg|Un lavaocchi per lavare gli occhi in una situazione di emergenza
</gallery>
 
== Gli strumenti ==
Si precisa che tutta la vetreria utilizzata in un laboratorio di chimica è formata da vetri speciali resistenti alla corrosione di sostanze chimiche e in genere resistenti al calore. Talvolta sono di plastica.
 
=== Contenitori per fare e osservare reazioni chimiche ===
 
* '''Becher''': sono contenitori versatili in vetro resistente al calore, di diversi volumi, è un contenitore spesso utilizzato per fare reazioni chimiche, ma si usano anche per altri scopi.
* '''Provetta''': è un contenitore a forma di tubo allungato, resistente al calore, permette di osservare facilmente le reazioni chimiche pur utilizzando piccole quantità di reagenti. Vengono in genere inserite in appositi porta-provette, poiché non si reggono in piedi da sole. Se necessario si possono tappare.
* '''Beuta''': contenitore a forma conica, di diversi volumi, resistente al calore. Viene utilizzato in alternativa al becher quando è necessario tappare il contenitore. Può essere anche utilizzato per conservare per brevi periodi sostanze o miscugli.
<gallery>
File:Glass beakers-set.jpg|Becher di varie capacità
File:Test tubes in rack.jpg|Provette
File:PH scale 3.jpg|Provette
File:Erlenmeyer flask ben.jpg|Beute di varie capacità
</gallery>
 
=== Strumenti per miscelare ===
 
* '''bacchetta di vetro''': è una semplice bacchettina che permette di mescolare efficacemente i miscugli.
* '''miscelatore magnetico''': le piastre riscaldanti possono avere anche la funzione di agitatore magnetico, in pratica fanno girare un piccolo campo magnetico e se si mettono delle barrette magnetiche all'interno del contenitore posato sulla piastra, queste girano e mescolano il contenuto; la velocità di rotazione può essere regolata.
<gallery>
File:Bacchetta di vetro laboratorio di chimica.jpg|Bacchetta di vetro
File:Piastra elettrica e miscelatore.jpg|Piastra elettrica che fa anche da miscelatore magnetico (stirrer)
File:Magnetic Stirrer.jpg|Agitatore magnetico in azione
</gallery>
 
=== Contenitori per conservare sostanze e miscugli ===
Talvolta c'è la necessità di conservare delle sostanze/miscugli ottenuti da una reazione o da utilizzare per una attività futura. Vediamo i principali contenitori.
 
* '''Matraccio''': il matraccio è lo strumento utilizzato per creare e conservare soluzioni a concentrazione nota con buona precisione. Ha una base a forma di pallone con fondo piatto e un collo stretto e lungo con una tacca che indica con precisione un certo volume. Possiede un tappo a tenuta ermetica in modo da poter conservare con sicurezza e per lungo tempo le sostanze contenute.
* '''Cilindri, provette, becher, beute''': un po' tutti i contenitori si possono utilizzare per conservare sostanze per un breve tempo, si possono chiudere con pellicola o parafilm. Beute e provette si possono chiudere con tappo di gomma.
<gallery>
File:Messkolben.jpg|Matracci di vari volumi
File:10mL Messkolben mit Schliff A.jpg|Il matraccio ha una tacca che indica il volume della portata
</gallery>
 
=== Strumenti per misurare volumi di liquidi ===
 
* '''Cilindro graduato''': è un cilindro con delle tacche e permette di misurare volumi di liquidi con una buona precisione. Ne esistono di varie portate e sensibilità. Non sono resistenti al calore. La lettura va fatta nel menisco.
* '''Pipetta graduata''': sono strumenti di piccola portata ma di elevata sensibilità. Ne esistono di varie grandezze e possono essere azionate in vario modo: il sistema più diffuso è un aspiratore detto propipetta o porcellino.
<gallery>
File:Different types of graduated cylinder- 10ml, 25ml, 50ml and 100 ml graduated cylinder.jpg|Cilindri graduati di diversi volumi
File:Different types of graduated cylinder.jpg|Cilindri graduati di diversi volumi
File:Grauduate cylinder reading.png|La lettura va fatta nel menisco
File:Pipette-LF.jpg|Pipetta graduata
File:Propipette-et-pipette.jpg|Propipetta
File:Pasteur Pipets.jpg|La pipetta Pasteur è un contagocce e non misura volumi
</gallery>
 
=== Strumenti per misurare ===
 
* '''Bilancia da laboratorio''': è una bilancia elettronica, di elevata sensibilità; serve per misurare le masse.
*'''Cronometro''': per misurare ia durata di un fenomeno.
*'''Termometro''': digitale o analogico, serve per misurare la temperatura.
*'''Piaccametro''': serve per misurare il pH
<gallery>
File:Bilancia digitale da laboratorio.jpg|Bilancia digitale da laboratorio
File:Stoppuhr digital noBG.jpg|Cronometro
File:Termometro laboratorio di chimica.jpg|Il termometro usato nei laboratori di chimica
File:Hanna HI 8314 membrane pH meter.jpg|Piaccametro digitale
</gallery>
 
=== Strumenti per riscaldare ===
 
* '''Piastra riscaldante''': è una piastra elettrica, può avere la temperatura regolabile e un agitatore magnetico. Bisogna fare attenzione quando si usa poiché la piastra calda è indistinguibile da quella fredda.
* '''Becco bunsen''': è un semplice bruciatore a gas, con valvola di sicurezza. Si può regolare la quantità di aria e di gas immessi in modo da ottenere diversi tipi di fiamme (riducente o ossidante). Bisogna fare attenzione al rischio ustioni e incendio. Si usa assieme ad un treppiede con retina per appoggiare sopra gli oggetti da riscaldare (becher ad esempio).
<gallery>
File:Piastra elettrica e miscelatore.jpg|Piastra riscaldante (che è anche miscelatore)
File:Mechero Bunsen.jpg|Becco bunsen
File:Bunsen burner flame types.jpg|A seconda della quantità d'aria immessa cambia la fiamma
File:Vorsicht beim Erhitzen von Flüssigkeiten im Reagenzglas.jpg|Pinza di legno per sostenere la provetta da riscaldare
</gallery>
 
=== Strumenti per la separazione di miscugli ===
 
* '''Distillatore''': serve per separare soluzioni liquide. è formato da un bollitore che porta ad ebollizione la miscela, un tubo che raccoglie i vapori (della sostanza più volatile) e un dispositivo che raffredda i vapori in modo da condensarli ed ottenere così il componente a maggiore volatilità (anche se in realtà si ottiene una soluzione).
* '''Carta da filtro e imbuto''': l'imbuto viene appeso ad un sostegno metallico, viene inserita la carta da filtro e sotto viene posizionato un becher. Utilizzato per separare miscugli eterogenei di solidi e liquidi (es. acqua e sabbia).
*'''Centrifuga''': usata per separare miscugli eterogenei che si separerebbero anche per decantazione; in pratica si accelera la decantazione.
<gallery>
File:Simple distillation apparatus.svg|Schema di un distillatore semplice
File:Filtrace-prubeh.jpg|imbuto e filtro
File:Tabletop centrifuge.jpg|Centrifuga
</gallery>
 
=== Strumenti per la misurazione del pH ===
 
* '''Cartina tornasole''': è una semplice cartina da immergere nella soluzione, questa si colora e si confronta con una scala di colori, con relativo pH, presente nella scatola.
* '''Piaccametro''': strumento digitale che permette di misurare con precisione il pH. Deve essere opportunamente tarato con una soluzione tampone.
* '''Indicatori di pH''': particolari sostanze chimiche che assumono particolari colori o cambiano di colore a determminati pH. Ad esempio ll fenolftaleina.
<gallery>
File:Cartina tornasole.jpg|La cartina tornasole è usata per la misurazione del pH
File:PH Meter.jpg|Piaccametro
File:Phenolphthalein-at-pH-9.jpg|Fenolftaleina a pH 9
</gallery>
 
 
=== Accessori ===
 
* '''Spatole''': hanno varie forme, servono per prelevare sostanze solide dai rispettivi contenitori; possono anche essere usate per mescolare.
* '''Pinzette''': dritte o a punta ricurva, servono per afferrare piccoli oggetti.
*'''Pinza in legno''' per provette: serve per tenere una provetta quando si mette sulla fiamma di un becco bunsen.
* '''Cutter''' o bisturi: serve per tagliare.
* '''Vetrino da orologio''': è un piccolo contenitore aperto, utile per contenere piccole quantità di sostanze, da utilizzare nelle esperienze.
*'''Mortaio e pestello''': per sminuzzare, polverizzare.
*'''Pipetta Pasteur''' (contagocce): serve per spostare, versare piccole quantità di liquidi
* '''Sostegni di metallo''': serve per appendere: imbuti, burette, provette, termometri.
* '''Parafilm''': serve per coprire abbastanza ermeticamente contenitori aperti che non si possono chiudere con un tappo.
* '''Pennarello''': serve per scrivere sui contenitori, soprattutto se devono essere conservati per un certo tempo (una alternativa è penna e scotch di carta)
<gallery>
File:Dusitan sodný.JPG|Vetrino da orologio
File:Pasteur Pipets.jpg|Pipetta pasteur (contagocce)
File:Parafilm roll.jpg|Parafilm
File:Parafilm Petridish et Glassware.jpg|Parafilm applicato
File:Sostegni metallici laboratorio di chimica.jpg|miniatura|Sostegni metallici per il laboratorio di chimica
File:Mortaio e pestello laboratorio di chimica.jpg|miniatura|Mortaio e pestello usati nel laboratorio di chimica
File:Spatole laboratorio chimica.jpg|miniatura|Spatole usate nel laboratorio di chimica
File:Pinzette.jpg|miniatura|Pinzette usate nel laboratorio di chimica
File:Propipette.jpg|miniatura|Propipette di vario tipo per il laboratorio di chimica
File:Treppiede2.jpg|miniatura|Treppiede da usare col becco bunsen
</gallery>
 
== Le sostanze chimiche ==
Le sostanze chimiche che possono essere usare in un laboratorio sono moltissime. Non vanno '''MAI assaggiate, ingerite, annusate'''. Qui si riportano quelle più frequentemente utilizzate.
 
=== Acidi ===
Sono sostanze pericolose, in quanto corrosive, irritanti e danneggiano la cute. Vanno manipolati con cautela, soprattutto se sono forti e/o concentrati. In caso di contatto lavarsi abbondantemente con acqua. Quelli più comunemente usati sono:
 
* '''acido cloridrico, solforico, nitrico, fosforico''': acidi forti e pericolosi, da manipolare con cautela.
* '''acido acetico''': pericoloso se utilizzato concentrato
<gallery>
File:Chempur reagents.jpg|Acido cloridrico
File:Hydrogen-chloride-3D-vdW-labelled.png|La formula dell'acido cloridrico HCl
File:Sulfuric-acid-Givan-et-al-1999-3D-balls.png|Acido solforico
File:Nitric-acid-3D-balls-B.png|Acido nitrico
</gallery>
 
=== Basi ===
Come gli acidi, sono sostanze pericolose, in quanto corrosive, irritanti e danneggiano la cute. Vanno manipolati con cautela, soprattutto se sono di tipo forte e/o concentrati. In caso di contatto lavarsi abbondantemente con acqua. Le basi più comunemente usate sono:
 
* '''idrossido di sodio''': si presenta come una sale bianco, ma spesso viene usato già in soluzione
* '''ammoniaca''': dall'odore caratteristico e irritante.
* '''ipoclorito di sodio''' (candeggina): dall'odore caratteristico <gallery>
File:Sodium hydroxide burn.png|Ustione da soda caustica
File:Ammonia-3D-balls-A.png|Ammoniaca
File:Eau-de-Javel-deutsch-1.jpg|Candeggina (soluzione 2,6% di ipoclorito di sodio)
</gallery>
 
=== Sali e altri composti ===
Ne esistono di vari tipi (ossidi, idrossidi, sali binari, sali ternari), alcuni sono abbastanza innocui, altri sono pericolosi e vanno manipolati con attenzione. Non vanno mai ingeriti o assaggiati. Quelli più comunemente usati sono:
 
* cloruro di sodio: innocuo
* bicarbonato di sodio: abbastanza innocuo
* carbonato di calcio: innocuo
* cloruro di potassio
* solfato di rame
 
=== Composti organici ===
Sono sostanze spesso cancerogene e perciò vanno utilizzate con prudenza, sotto cappa aspirante. Le più utilizzate sono:
 
* benzene, tetracloruro di carbonio, cicloesano: sono tutti cancerogeni.
* etanolo, propanolo, butanolo: non particolarmente pericolosi.
 
=== Elementi ===
Si usano per lo più in granuli o in polvere o in lastrine, ad esempio:
 
* lastrina di magnesio
* ferro, rame, zinco in polvere
* zinco e rame in lastrine
* sodio in pezzi sotto petrolio (per evitare che si ossidi)
*Iodio: in granuli
 
== La sicurezza ==
Lavorare in laboratorio significa avere a che fare con dei '''rischi per la salute''' di cui bisogna essere consapevoli.
 
Gli '''studenti''' vengono equiparati a '''lavoratori''' che devono essere informati sui rischi a cui possono incorrere e che devono rispettare determinate '''norme di sicurezza''', e il docente è considerato un '''preposto''' che ha la '''responsabilità''' di informare e far rispettare le norme stesse. Vediamo le principali regole di comportamento.
 
=== Regole di comportamento generali ===
 
# Accedere al laboratorio solo sotto la '''supervisione di un docente''' (o insegnante tecnico-pratico) che ha la responsabilità di organizzare le attività didattiche.
# Quando richiesto dall'attività, indossare, oltre al camice, adeguati dispositivi '''DPI''' (occhiali, guanti).
# '''L'abbigliamento''' deve essere consono e non fonte di intralcio, togliendo eventuali anelli, collane, orecchini; i '''capelli lunghi''' devono essere legati e inseriti dentro il camice.
# '''Borse, zaini, giacche, giubbotti''' non vanno collocati in prossimità della postazione di lavoro. Possono intralciare le attività, ostacolare le vie di fuga, ed essere causa di rischi (oltre al fatto che si possono danneggiare).
# Non è consentito '''mangiare e bere''' e il comportamento, visti i rischi, deve essere ancora più controllato che in classe.
# '''Seguire sempre le indicazioni del docente''', evitare assolutamente iniziative personali (eventualmente chiedere prima al docente); in genere viene fornita una scheda di lavoro da seguire o viene spiegata a voce le attività da fare.
#Se non sai cosa fare o hai dei '''dubbi''' non aspettare, '''chiedi al docente'''. Se possibile leggere la scheda di lavoro prima di eseguire l'attività in modo da avere le idee chiare su cosa fare.
#'''Collaborare''' '''attivamente''' col docente: i gruppi di lavoro potranno trovare del materiale pronto nella loro postazione oppure dovranno andarlo a prendere seguendo le indicazioni del docente.
#Se si subisce un '''infortunio''', anche modesto (es. un taglio), avvisare subito il docente.
#Al termine dell'attività ogni gruppo fa un po' di '''ordine e pulizia''' nella sua postazione.
 
=== Regole sull'uso delle sostanze chimiche ===
#Quando si manipola una '''sostanza chimica, non toccarla mai''' con le mani e assicurarsi sui '''rischi''' che essa comporta, guardando i simboli di rischio nel contenitore o chiedendo al docente. Eventualmente indossare adeguati dispositivi di protezione (guanti, occhiali).
#In caso di '''contatto''' con sostanze chimiche '''lavarsi subito con acqua''' nel lavandino. A fine attività comunque è buona norma lavarsi le mani.
#'''Evitare di annusare i vapori''' sprigionati da reazioni chimiche, potrebbero essere irritanti e/o tossici.
#Quando si fanno reazioni chimiche o si manipolano sostanze che sprigionano '''vapori tossici/irritanti''' effettuare l'attività sotto '''cappa aspirante'''.
#Se si '''danneggia''' inavvertitamente qualche attrezzatura avvisare subito il docente. Se si rompe uno strumento di vetro non raccogliere i frammenti con le mani, c'è il rischio di tagliarsi.
#Se possibile effettuare le esperienze con '''piccole quantità''' di sostanze, sia per evitare sprechi, sia per avere meno rifiuti speciali da smaltire.
#Se al termine si deve '''smaltire una sostanza''' o un miscuglio, chiedere sempre al docente la corretta procedura.
#Prestare particolare attenzione alle '''apparecchiature riscaldanti''' ('''becco bunsen, piastra riscaldante''') e ai materiali riscaldati (es. becher con soluzione bollente) perché c'è il rischio di ustioni e di incendio.
#Prestare particolare attenzione quando si avvicina una '''provetta ad una fiamma''', farsi spiegare dal docente la corretta procedura.
 
=== Dispositivi di protezione individuali ===
Sono i dispositivi che permettono la protezione del corpo, in particolare delle parti più importanti:
 
* '''Camice''': in laboratorio va sempre indossato, anche se si usano sostanze poco pericolose, se non altro per non sporcarsi gli abiti.
* '''Guanti e occhiali''': da usare quando si manipolano sostanze pericolose (irritanti, corrosive, tossiche). In ogni caso lavarsi le mani alla fine del lavoro.
 
=== Simboli e frasi di rischio chimico ===
L'uso di sostanze chimiche può comportare rischi che vengono evidenziati attraverso '''pittogrammi''' e relative '''frasi di rischio'''. Nel 2008 un nuovo regolamento ha modificato i simboli, ma sono ancora in uso quelli vecchi. Nella tabella sottostante vengono quindi riportati sia i vecchi sia i '''nuovi pittogrammi''' aggiornati.
{| class="wikitable"
|+
!Vecchi pittogrammi
 
(67/548/CEE)
!Nuovi pittogrammi
 
(CE 1272/2008)
!Cosa indica
!Precauzioni
!Esempi
|-
|[[File:Hazard_E.svg|link=https://it.wikipedia.org/wiki/File:Hazard_E.svg|50x50px]] [[File:ECB_Hazard_Symbol_E.svg|link=https://it.wikipedia.org/wiki/File:ECB_Hazard_Symbol_E.svg|50x50px]]
E
[[w:Esplosivo|ESPLOSIVO]]
|[[File:GHS-pictogram-explos.svg|link=https://it.wikipedia.org/wiki/File:GHS-pictogram-explos.svg|100x100px]]GHS01
|Sostanza esplosiva, anche in assenza di ossigeno
|PRECAUZIONI: evitare urti, scintille, calore e attriti.
Possono essere utilizzati solo da personale esperto.
|
* [[w:Nitroglicerina|Nitroglicerina]]
* [[w:Fuochi_d'artificio|Fuochi d'artificio]]
* [[w:Dinamite|Dinamite]]
* [[w:Tritolo|Tritolo]]
|-
|[[File:Hazard_F.svg|link=https://it.wikipedia.org/wiki/File:Hazard_F.svg|50x50px]] [[File:ECB_Hazard_Symbol_F.svg|link=https://it.wikipedia.org/wiki/File:ECB_Hazard_Symbol_F.svg|50x50px]]
F
[[w:Infiammabilità|INFIAMMABILE]][[File:Hazard_F.svg|link=https://it.wikipedia.org/wiki/File:Hazard_F.svg|50x50px]] [[File:ECB_Hazard_Symbol_F+.svg|link=https://it.wikipedia.org/wiki/File:ECB_Hazard_Symbol_F+.svg|50x50px]]
 
F+
[[w:Infiammabilità|ALTAMENTE INFIAMMABILE]]
|[[File:GHS-pictogram-flamme.svg|link=https://it.wikipedia.org/wiki/File:GHS-pictogram-flamme.svg|100x100px]]GHS02
|Gas, liquido, vapori o aerosol (altamente) infiammabile
|PRECAUZIONI: evitare ogni fonte di accensione o di calore.
|
* [[w:Benzene|Benzene]]
* [[w:Etanolo|Etanolo]]
* [[w:Acetone|Acetone]]
*[[w:Idrogeno|Idrogeno]]
* [[w:Acetilene|Acetilene]]
|-
|[[File:Hazard_O.svg|link=https://it.wikipedia.org/wiki/File:Hazard_O.svg|50x50px]] [[File:ECB_Hazard_Symbol_O.svg|link=https://it.wikipedia.org/wiki/File:ECB_Hazard_Symbol_O.svg|50x50px]]
O
[[w:Comburente|COMBURENTE]]
|[[File:GHS-pictogram-rondflam.svg|link=https://it.wikipedia.org/wiki/File:GHS-pictogram-rondflam.svg|100x100px]]GHS03
|Può provocare o aggravare un incendio; comburente.
|PRECAUZIONI: evitare il contatto con fonti di accensione e con sostanze infiammabili.
|
* [[w:Ossigeno|Ossigeno]]
* [[w:Nitrati|Nitrati]]
* [[w:Perossido_di_idrogeno|Perossido di idrogeno (acqua ossigenata)]]
|-
|
|[[File:GHS-pictogram-bottle.svg|link=https://it.wikipedia.org/wiki/File:GHS-pictogram-bottle.svg|100x100px]]GHS04
|Contiene gas sotto pressione (refrigerato e non); può esplodere se riscaldato.
|PRECAUZIONI: non riscaldare i contenitori ed evitare il contatto con la pelle (gas refrigerati).
|
* [[w:Ossigeno|Ossigeno]]
* [[w:Acetilene|Acetilene]]
|-
|[[File:Hazard_C.svg|link=https://it.wikipedia.org/wiki/File:Hazard_C.svg|50x50px]] [[File:ECB_Hazard_Symbol_C.svg|link=https://it.wikipedia.org/wiki/File:ECB_Hazard_Symbol_C.svg|50x50px]]
C
[[w:Sostanza_corrosiva|CORROSIVO]]
|[[File:GHS-pictogram-acid.svg|link=https://it.wikipedia.org/wiki/File:GHS-pictogram-acid.svg|100x100px]]GHS05
|Può essere corrosivo per i metalli.
Provoca gravi ustioni cutanee e gravi lesioni oculari.
|PRECAUZIONI: utilizzare protezioni per la pelle e per gli occhi per evitare gravi lesioni alla cute o agli occhi.
|
* [[w:Acido_solforico|Acido solforico]]
* [[w:Idrossido_di_sodio|Idrossido di sodio]]
|-
|[[File:Hazard_T.svg|link=https://it.wikipedia.org/wiki/File:Hazard_T.svg|50x50px]] [[File:ECB_Hazard_Symbol_T.svg|link=https://it.wikipedia.org/wiki/File:ECB_Hazard_Symbol_T.svg|50x50px]]
T
[[w:Veleno|TOSSICO]][[File:Hazard_T.svg|link=https://it.wikipedia.org/wiki/File:Hazard_T.svg|50x50px]] [[File:ECB_Hazard_Symbol_T+.svg|link=https://it.wikipedia.org/wiki/File:ECB_Hazard_Symbol_T+.svg|50x50px]]
 
T+
[[w:Veleno|ALTAMENTE TOSSICO]]
|[[File:GHS-pictogram-skull.svg|link=https://it.wikipedia.org/wiki/File:GHS-pictogram-skull.svg|100x100px]]GHS06
[[File:GHS-pictogram-silhouette.svg|link=https://it.wikipedia.org/wiki/File:GHS-pictogram-silhouette.svg|100x100px]]GHS08
|Letale, tossico se inalato o ingerito o per contatto.
Può essere cancerogeno, teratogeno, mutageno.
|PRECAUZIONI: evitare ogni contatto con la sostanza utilizzando le necessarie precauzioni.
|
* [[w:Metanolo|Metanolo]]
* [[w:Nicotina|Nicotina]]
*[[w:Cianuro|Cianuro]]
* [[w:Eroina|Eroina]]
|-
|[[File:Hazard_X.svg|link=https://it.wikipedia.org/wiki/File:Hazard_X.svg|50x50px]] [[File:ECB_Hazard_Symbol_Xi.svg|link=https://it.wikipedia.org/wiki/File:ECB_Hazard_Symbol_Xi.svg|50x50px]]
Xi
[[w:Irritante|IRRITANTE]][[File:Hazard_X.svg|link=https://it.wikipedia.org/wiki/File:Hazard_X.svg|50x50px]] [[File:ECB_Hazard_Symbol_Xn.svg|link=https://it.wikipedia.org/wiki/File:ECB_Hazard_Symbol_Xn.svg|50x50px]]
 
Xn
[[w:Nocivo|NOCIVO]]
|[[File:GHS-pictogram-exclam.svg|link=https://it.wikipedia.org/wiki/File:GHS-pictogram-exclam.svg|100x100px|GHS07]]GHS07
|Provoca irritazione cutanea, oculare, alle vie respiratorie.
Può provocare una reazione allergica cutanea.
 
Può essere nocivo se inalato, ingerito
|PRECAUZIONI: evitare ogni contatto con la sostanza utilizzando le necessarie precauzioni.
|
* [[w:Cloruro_di_calcio|Cloruro di calcio]]
* [[w:Carbonato_di_sodio|Carbonato di sodio]]
|-
|[[File:Hazard_N.svg|link=https://it.wikipedia.org/wiki/File:Hazard_N.svg|50x50px]] [[File:ECB_Hazard_Symbol_N.svg|link=https://it.wikipedia.org/wiki/File:ECB_Hazard_Symbol_N.svg|50x50px]]
N
[[w:Pericoloso_per_l'ambiente|PERICOLOSO PER L'AMBIENTE]]
|[[File:GHS-pictogram-pollu.svg|link=https://it.wikipedia.org/wiki/File:GHS-pictogram-pollu.svg|100x100px|GHS09]]GHS09
|Tossico per gli organismi acquatici
|PRECAUZIONI: non disperdere il prodotto negli scarichi e non superare le dosi indicate.
|
* [[w:Ipoclorito_di_sodio|Ipoclorito di sodio]]
* [[w:Benzina|Benzina]]
* [[w:Gasolio|Gasolio]]
* [[w:Solfato_rameico|Solfato rameico]]
* [[w:Composti_del_mercurio|Composti del mercurio]]
* [[w:Composti_del_piombo|Composti del piombo]]
|}
 
=== Tipi di rischi nel laboratorio chimico ===
Si riassumono qui i più frequenti rischi che si incontrano nel laboratorio di chimica
|}
#
 
 
 
 
 
3 257

contributi