Differenze tra le versioni di "Scienze della Terra per le superiori/Il modellamento dovuto a fenomeni atmosferici"

Gli interventi di questo tipo finalizzati al sostegno diretto dei versanti vanno dalla costruzione di '''murature di sostegno''' rigide (in pietrame, mattoni, calcestruzzo armato), a manufatti più flessibili composti di elementi prefabbricati (''muri cellulari'', ''pali'', ''gabbioni'' riempiti di pietrame).<br>
In caso di pareti e versanti molto inclinati, si utilizzano anche '''opere di difesa massi''' (protezioni passive finalizzate ad intercettare e bloccare o frenare cadute di detriti),come ''barriere paramassi'' e ''reti paramassi'', associate a trincee e rilevati. La coesione di rocce e terreni inoltre può essere migliorata mediante l'uso di ''ancoraggi'' meccanici.<br>
Poiché l'esigenza primaria in caso di instabilità dei versanti è allontanare il più velocemente possibile le acque superficiali e di infiltrazione, sono inoltre necessarie '''opere di drenaggio''' (canalette e fossi drenanti; pozzi e gallerie di drenaggio).<br>
Negli ultimi decenni si cerca di intervenire con opere di '''difesa preventiva''' per la '''stabilizzazione dei versanti''' e la '''prevenzione dell'erosione''', con materiali biologicamente più sostenibili (in legno, o materiali biodegradabili), che servono di supporto all'insediamento di piante il cui apparato radicale consolida e trattiene il terreno.
 
Una trattazione dettagliata di questa materia esula dagli scopi di questo testo, ma per una migliore comprensione della natura e degli scopi delle opere di difesa diamo di seguito un'ampia scelta di immagini. Si rimanda inoltre per maggiori dettagli alla corrispondente lezione su Wikiversità: [[v:Il modellamento dovuto a fenomeni atmosferici (superiori)]]
1 180

contributi