Differenze tra le versioni di "Armi avanzate della Seconda Guerra Mondiale/Appendice 5"

nessun oggetto della modifica
'''Madsen M/38'''
*Calibro: 20x120
*Peso dell'arma: 55kg55 kg
*Peso del proiettile: 290 grammi (perforante) 320 grammi (esplosivo)
*Cadenza di tiro: 400 colpi al minuto (più probabilmente 300)
*Velocità iniziale: 900 m/s (con canna accorciata 730 m/s)
 
Questo cannone poco diffuso come arma aeronautica, (e impiegato solo su prototipi e a scopo dimostrativo su apparecchi Danesidanesi e Finlandesifinlandesi, richiesto, ma non adottato per l'invasione della Danimarca, dalla Turchia) e molto come arma contraera, fu anche la base del 23mm23 mm che ebbe un, relativo, miglior successo commerciale (usato da Danimarca, Thailandia, Argentina, Olanda, Cina, e acquistato senza essere impiegato dalla Spagna repubblicana e dalla Polonia). La Danimarca nel 1938 aveva deciso di dotarsi, entro pochi anni, di una aeronautica indipendente (pur conservando l'aviazione di marina) e di potenziare il servizio esistente (che assommava a circa 100 apparecchi appena), la Madsen, principale azienda darmid'armi del apesePaese, progettò quindi, sia per il mercato interno, sia, sopratuttosoprattutto, per l'esportazione, tutta una serie di armi da fuoco, un'intera famiglia come nelle maggiori potenze, il cui promettente sviluppo fu però interrotto dall'invasione tedesca (e nel 1943 dal sabotaggio della resistenza danese che minò e, nottetempo, fece saltare in aria la principale fabbrica della Madsen per impedire che funzionasse per i tedeschi). Questo cannone risultò poco utile come arma nei combattimenti aerei, molto come arma per i mitragliamenti a bassa quota, anche perché, derivato da un cannone terrestre antiaeroantiaereo/anticarro, conservava un'invidiabile capacità di penetrazione.
 
===Francia-Regno Unito===
Utente anonimo