Cromatografia/Cromatografia a fluido supercritico: differenze tra le versioni

aggiunta categoria cromatografia
(creazione capitolo cromatografia a fluido supercritico)
 
(aggiunta categoria cromatografia)
[[Categoria:Cromatografia]]
{{Cromatografia}} [[File:Colored phase diagram of carbon dioxide (multi language).svg|thumb|right|300px|DIagramma di fase della CO<sub>2</sub>]]
{{Cromatografia}}
{{Cromatografia}} [[File:Colored phase diagram of carbon dioxide (multi language).svg|thumb|right|300px|DIagramma di fase della CO<sub>2</sub>]]
La cromatografia a fluido supercritico è una tecnica ibrida tra cromatografia liquida e gascromatografia che ha alcune delle migliori caratteristiche di entrambe e prevede l'utilizzo di un fluido supercritico come fase mobile. Si definisce fluido supercritico un liquido che viene portato in condizioni di temperatura tali da superare il punto critico ovvero un punto tale per cui non è possibile più riottenere la sostanza in fase condensata qualsiasi sia la pressione applicata. In tali condizioni le proprietà chimico-fisiche del fluido sono intermedie tra quelle di un liquido puro e quelle di un gas: questo ha densità e coefficiente di diffusione simili a quelli di un liquido e viscosità simili a quelle di un gas. <br>
 
178

contributi