Differenze tra le versioni di "Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/Sudafrica-2"

ortografia
(ortografia)
(ortografia)
L'Aviazione navale non esiste come tale, ma è fornita dal No.22 Sqn della SAAF.
 
I Marines vennero istituiti nel 1979, non tanto per operazioni d'assalto ma per la protezione delle basi. Erano stati tuttavia anche mandati a Katima Mulilo durante la guerra di Confine, per pattugliare lo Zambesi ma anche per essere impiegati nei combattimenti via terra, mentre dentro il territorio sudafricano ebbe impiego in operazioni COIN. Avevano solo una limitata capacità di sbarco dalle navi SAS Tafelberg e SAS Drakensberg, specie con una compagnia 'di elitéélite', la MAC per conquistare teste di ponte e fare da precursore per sbarchi maggiori. Vi fu anche, tra il 1983 e il 1989, un distaccamento di ricognizione, che ebbe un estensivo addestramento per operazioni aeree, subacquee e anche in ambiente urbano. Nel 1989, con la ristrutturazione della Marina e la fine della guerra di Confine, vennero tuttavia sciolti, uno dei corpi di fanteria di marina dalla vita più breve, appena 10 anni.
 
Negli anni più recenti vi è stata anche la chiusura di 7 unità di riservisti della Marina, simili come organizzazione a quelle della RN; è accaduto nel 2006, ma una nuova unità di riservisti con circa 1.000 posti è stata creata poco dopo. Anche più importante, è stata creata sempre nel 2006 una forza di Impiego rapido (NRDF) navale, che è organizzata in due squadroni. Una è l'Operational Boat Squadron, con i 'Nacamurra' per impieghi rivieraschi, anche in azioni ONU come in Burundi; l'altra è la Maritime Reaction Squadron, da aumentare a livello di battaglione; sono praticamente dei marines ridenominati per azioni antisommossa e di peacekeeping.
1 869

contributi