Differenze tra le versioni di "Geografia OpenBook/Geografia regionale europea"

}}
 
Quella che è oggi l'UE ([[w:Unione_europea|'''Unione Europea''']]) è il risultato di un processo di integrazione che iniziò col nome di Comunità Economica Europea (CEE) nel 1957/58 con il Trattato di Roma fra 6 Paesi fondatori (tre ''grandi'' e tre ''piccoli'': Italia, Francia, Germania Ovest, Belgio, Paesi Bassi e Lussemburgo). [http://patrimonio.archivioluce.com/luce-web/detail/IL5000032653/2/firmati-dai-rappresentanti-belgio-francia-germania-italia-lussemburgo-e-olanda-i-trattati-mercato-comune-e-l-euratom.html Firma del Trattato di Roma].</br>
 
''Un antenato della CEE/UE è la '''CECA''' (Comunità Europea del Carbone e dell'Acciaio) che stabiliva nel 1951, fra gli stessi Paesi firmatari del Trattato di Roma del 1957, la libertà di circolazione del carbone (fondamentale materia prima che a quel tempo aveva la stessa importanza del petrolio oggi) estratto dalle miniere francesi, tedesche e belghe (specialmente nelle zone di frontiera dell'Alsazia-Lorena ferocemente contesa con guerre sanguinose tra Francia e Germania nell'800 e nella prima metà del '900) e dell'acciaio, fondamentale per la ricostruzione post bellica, prodotto col ferro estratto da miniere situate nelle stesse zone ricche di carbone (per ragioni geologiche le miniere di ferro e carbone sono spesso vicine). [https://patrimonio.archivioluce.com/luce-web/detail/IL5000042326/2/la-fondazione-della-comunita-europea-del-carbone-e-acciaio-strasburgo.html Nascita della Ceca] a Strasburgo.''
 
Il successo della CECA favorì la ricostruzione post-bellica dei Paesi aderenti, attraverso la libera circolazione delle principali materie prime industriali dell'epoca. I medesimi 6 Paesi decisero nel '''1957 di fondare la CEE''' per estendere gradualmente la libera circolazione delle risorse economiche alle materie prime ed ai prodotti agricoli ed industriali.
2 880

contributi