Le strutture basilari del pensiero ebraico/Analisi degli esempi storici: differenze tra le versioni

m
(testo e avanzamento)
 
I passi radicali di Maimonide verso la ricostruzione furono rafforzati dal suo coraggio e dalla sua determinazione a fare ciò che era giusto e insegnarlo a tutti coloro che potevano ascoltare e apprendere, indipendentemente dal pericolo e dalle ripercussioni. Guidò con coraggio e convinzione. Ciò fu reso alquanto chiaro che nelle sue osservazioni conclusive riportate nella sua ''Lettera allo Yemen''. Anche al punto di mettersi in pericolo mortale, Maimonide esorta che le sue parole di incoraggiamento e forza d'animo siano lette da tutti, sebbene con cautela.<ref>Maimonide, ''ibid.'', p. 56.</ref>
{{q|Ciò che desidero da te è di inviare copie di questa epistola a tutte le congregazioni delle città e dei villaggi, al fine di rafforzare la loro fedeltà e raddrizzare i loro passi. E leggila davanti alla comunità e agli individui... dopo che avrai preso la massima precauzione [per astenerla] da persone malvagie che la [potrebbero] pubblicizzare davanti alle nazioni del mondo poiché allora [eventi] ci accadrebbero da cui Dio deve salvarci. Ho [nondimeno] scritto questo e temo molto per i [risultati che ne conseguiranno], ma ho deciso che vale la pena insegnare ciò che è giusto alle masse e rischiarne il pericolo... poiché quelli che hanno preso il posto dei profeti (i saggi di Israele) hanno detto: "Ai messaggeri in rotta verso l'adempimento di un comandamento non viene ingiuria", e non esiste comandamento più grande di questo. La pace sia su tutto Israele. }}
 
== Mosè Luzzatto 1707-1746 ==
13 050

contributi