Differenze tra le versioni di "Guida alle costellazioni - Regioni celesti scelte/Galassie sul lato orientale della Vergine"

fix
m (Annullate le modifiche di Scavvlo (discussione), riportata alla versione precedente di 79.54.117.38)
Etichetta: Rollback
(fix)
[[File:NGC 5775.jpg|300px|thumb|left|La galassia NGC 5775, dominante nell’omonimo gruppo.]]
[[File:NGC5850 Galaxy from the Mount Lemmon SkyCenter Schulman Telescope courtesy Adam Block.jpg|300px|thumb|left|Le galassia NGC 5846 (a destra) e NGC 5850, situate al centro del Gruppo di NGC 5846 a circa 90 milioni di anni luce.]]
Il Complesso Virgo III è un allineamento di gruppi di galassie disposti in un'area che copre un'estensione di circa 40 milioni di anni luce. I gruppi sono situati prospetticamente nella costellazione della Vergine aad una distanza mediamente compresa tra 65 e 85 milioni di anni luce dalla Terra. Questo complesso rappresenta l'estremità orientale del Superammasso Locale e si collega aad un altro sistema di gruppi di galassie, il Complesso Virgo II, il quale a sua volta è in connessione con l'Ammasso della Vergine; è verosimile che l'azione gravitazionale dell’ammasso stesso sia responsabile della distribuzione allungata delle galassie del Complesso Virgo III.
 
I principali gruppi di galassie che costituiscono l'ammasso sono il Gruppo di NGC 5248, il Gruppo di NGC 5364, il Gruppo di NGC 5506, il Gruppo di NGC 5566, il Gruppo di NGC 5678, il Gruppo di NGC 5746, il Gruppo di NGC 5775 e il Gruppo di NGC 5846, unitamente a svariate galassie sparse.
 
Nel '''Gruppo di NGC 5364''', la galassia dominante è appunto '''NGC 5364'''; è visibile anche con strumenti da 100mm, con cui appare come un debole alone orientato in senso nordest-sudovest, con al centro un piccolo nucleo di aspetto stellare, poco meno di 5 gradi a nordovest della stella τ Virginis. Con strumenti più grandi è possibile intravedere un alone più esteso e debole. Si tratta di una galassia spirale di aspetto ben definito, con un nucleo molto piccolo da cui partono dei bracci che formano una struttura ad anello incompleto attorno aad esso, per poi aprirsi senza ramificazioni. Il braccio meridionale appare più aperto verso l’esterno, indice che probabilmente la galassia ha subìto un’interazione nel suo passato. La sua distanza è stimata sui 54 milioni di anni luce e possiede un diametro reale simile a quello della Via Lattea.
 
Circa 15 minuti d’arco a nord si trova la galassia compagna '''NGC 5363''', anch’essa alla portata di telescopi da 100mm, con cui è anche più facile staccarla dal fondo cielo grazie alla sua compattezza; si tratta infatti di una galassia lenticolare con un nucleo molto luminoso e ben definito. Con strumenti da 120-150mm si evidenzia anche un leggero allungamento in senso nordovest-sudest. Si tratta di una grande galassia, con un diametro di oltre 100.000 anni luce, la cui distanza è stimata fra i 50 e i 60 milioni di anni luce; il suo disco è attraversato da un filamento di polveri che presenta una morfologia spiraleggiante con barra centrale. Il suo nucleo è attivo con righe di emissione a bassa ionizzazione (LINER) e ospita un buco nero supermassiccio con una massa stimata sulle 370 milioni di masse solari.
Circa 20 minuti d’arco a sudovest della coppia dominante si trova '''IC 1067''', una galassia piccola e sfuggente e visibile solo con strumenti di oltre 150mm di diametro; è una spirale barrata i cui bracci delineano un anello interno, per poi ramificarsi all’esterno.
 
Il '''Gruppo di NGC 5846''' è il più orientale del complesso ed è anche uno dei più estesi; si osserva aad est della stella 110 Virginis e alcune delle sue componenti sono osservabili anche con strumenti da 100mm. Comprende una decina di galassie fra grandi e intermedie e la sua distanza media è compresa fra 80 e 95 milioni di anni luce.
 
'''NGC 5846''' è di gran lunga la galassia più notevole dell’intero complesso: si tratta di una ellittica gigante di 110.000 anni luce di diametro, quasi perfettamente sferica (E0) e con un nucleo attivo, al cui centro si trova un buco nero supermassiccio con una massa stimata di 1,1 miliardi di masse solari; possiede una nutrita popolazione di ammassi globulari, forse oltre 1200. Può essere notata anche con strumenti da 80mm, dove appare come una macchia circolare abbastanza ben definita; con telescopi da 200mm il suo aspetto somiglia a quello di un ammasso globulare non risolvibile in stelle.
'''NGC 5813''', infine, si trova mezzo grado a sudovest di 110 Virginis ed è una delle più brillanti del gruppo: è visibile anche con strumenti da 80mm come un piccolo alone chiaro simile a una stella sfuocata. Si tratta di una grande galassia ellittica di aspetto quasi sferoidale (tipo E1), spesso trascurata perché molto vicina alla 110 Virginis, il cui bagliore può creare disturbo se osservata a bassi ingrandimenti e con grandi inquadrature.
 
Fra le galassie probabilmente non legate al Complesso Virgo III vi è '''NGC 5838''', che essendo situata a 60 milioni di anni luce sarebbe una galassia in primo piano. Può essere notata anche con strumenti da 120 mm120mm o persino inferiori, dove appare come un dischetto chiaro circondato da un alone allungato. Si tratta di una galassia lenticolare vista con una forte angolazione e la sua posizione è facilmente individuabile circa 40’ aad est di 110 Virginis.
 
Meno appariscente è la galassia spirale NGC 5806, situata sempre a circa 60 milioni di anni luce, e individuabile con strumenti da 150mm.
11

contributi