Differenze tra le versioni di "Non c'è alcun altro/Dio è Uno"

Nessun cambiamento nella dimensione ,  2 anni fa
Corretto: "qual è"
(Corretto: "qual è")
 
{{q|Credo con fede assoluta che il Creatore, sia benedetto il Suo Nome, è Uno; che non vi è unicità in alcun modo come la Sua, e che Egli solo è nostro Dio, lo è stato, lo è e lo sarà sempre. Ci viene detto di credere che Dio è uno, la causa di ogni unicità. Non è come un membro di una coppia, né una specie di un genere, né una persona divisa in molti elementi discreti. Né è uno nel senso che un corpo semplice è, numericamente, uno ma ancora infinitamente divisibile. Dio, piuttosto, è unicamente uno.<ref>Tradotto da ''A Maimonides Reader, cit.'', cur. Isadore Twersky, p. 410.</ref>}}
Poi cita lo ''Shema'' come testo biblico probatorio.
A parte l'ultima frase, la dichiarazione è familiare: scarta la maggior parte delle interpretazioni erronee del versetto. Tuttavia, qual' è il senso dell'ultima frase? Cosa significa che Dio è "unicamente uno"?
 
Per rispondere, dobbiamo esaminare un'altra dichiarazione, questa volta nella ''[[Mishneh Torah]]'' di Maimonide, compendio della legge ebraica in quattordici volumi. I codici legali di solito ordinano comportamenti corretti, ma Maimonide inizia la sua opera con una lunga compilazione di insegnamenti filosofici ebraici, che crede siano tanto vincolanti per l'ebreo credente quanto le leggi del comportamento — nozione scandalosa per i suoi contemporanei. In verità, a tutt'oggi molti ebrei continuano ad asserire che la vera identità ebraica richiede osservanza dei comandamenti comportamentali molto più di una fede corretta. Maimonide dissente.
Utente anonimo