Differenze tra le versioni di "Non c'è alcun altro/Dio è Uno"

nessun oggetto della modifica
 
==Il mondo è veramente uno?==
La nostra esperienza del mondo è che non sia veramente uno. Se non è uno, allora Dio è veramente ''echad'', ora, nella storia, e nel nostro tempo? Un testo profetico suggerisce che le cose stiano differentemente. [[w:Libro di Zaccaria|Zaccaria]] {{passo biblico|Zaccaria|14}} è una lunga descrizione di cosa succederà quando arriva "il giorno del Signore". È una visione apocalittica degli eventi tumultuosi che accadranno alla fine dei giorni. Saranno ribaltati tutti imodelli comuni della natura e della storia. Il mondo come lo conosciamo, insieme ai nemici di Israele, sarà distrutto e al suo posto Dio erigerà un mondo nuovo in cui tutte le nazioni si uniranno a Israele nell'adorazione del solo vero Dio. In questo contesto, il profeta proclama: "Il Signore sarà re di tutta la terra; in quel giorno il Signore sarà l’unico, e unico sarà il suo nome"({{passo biblico|Zaccaria|14:9}}).
 
Anche questo testo è stato inserito nella nostra liturgia quotidiana come nota finale della preghiera che conclude ogni servizio di culto, la preghiera che inizia con le parole ''Alenu Le Shabeach'' ("È nostro dovere lodare..."). Tale preghiere, composta durante l'era talmudica, proclama una visione della fine dei giorni quando tutti i popoli "accetteranno il giogo della Tua sovranità cosicché Tu regnerai su di loro presto ed eternamente." Il passo poi cita il versetto di Zaccaria come testo probatorio.
 
==Dio è solo?==
Il grosso di questo capitolo è stato dedicato alla discussione dei vari significati dell'asserzione biblica che Dio è ''echad'', iniziando col senso che la traduzione più accurata del versetto dello ''Shema'' è che per Israele e nel tempo storico, "solo" Dio è Dio. Un'implicazione di tale asserzione è che qui ed ora, almeno, Dio ha un partner, Israele e, come purtroppo ben sappiamo, la lealtà di Israele verso Dio è spesso tenue. Un'estensione leggermente omiletica di tale asserzione ci porta all'ulteriore deduzione che se Dio solo è Dio, allora Dio è anche solo.
 
Tale deduzione apre una vasta gamma di possibilità nuove in merito alla percezione di Dio da parte di Israele. Pensiamo fin troppo spesso a un Dio compiaciuto, soddisfatto di sé: Dio è onnipotente e onnisciente; a Dio non manca niente e necessita di niente; Dio è totalmente invulnerabile. Tuttavia, l'intera storia del rapporto di Dio col mondo, con le persone, e persino con Israele, è una storia di continua frustrazione. Iniziando con la storia di Adamo ed Eva nel Giardino dell'Eden, poi con Caino e Abele, la generazione del Diluvio, Sodoma e Gomorra, e continuando così per tutte le lotte di Israele con Dio nel deserto e dopo, il resoconto biblico ritrae la delusione persistente di Dio mista ad un anelito instancabile. Qualsiasi cosa Dio avesse sperato di realizzare creando un mondo popolato di esseri umani e facendo un patto di alleanza con Israele – le speranze, sogni ed aspettative di Dio – nulla di ciò si è avverato. Dio continua a sperare e a sognare. Nel frattempo, Dio rimane solo.<ref>Per questa nozione di solitudine si veda Sherry H. Blumberg, in "''Ehad'': God' Unity", nella raccolta ''Ehad: The Many Meanings of God Is One'', cur. Eugene B. Borowitz, ''Sh`ma'' (1988), 9-12.</ref>
 
Concludiamo con questa nota di tensione, che ci seguirà lungo tutto il percorso di questo nostro studio. Qui, Dio è sia ''echad'' che no, o non ancora. Altrove vedremo che Dio è sia potente che singolarmente vulnerabile, a volte gentile e amichevole e a volte crudele e capriccioso. I nostri avi non erano [[w:teologia sistematica|teologi sistematici]]. Parlavano basandosi sulle proprie esperienze del mondo e tali esperienze erano ambigue. Tale ambiguità non poteva non riflettersi su come immaginavano Dio. In realtà, a persone diverse in diversi momenti della storia e delle proprie vite personali, Dio fu tutte queste esperienze, tutte allo stesso tempo, tutte insieme. Le persone erano perfettamente contente di esprimere tali impulsi contraddittori. Vivevano con la relativa tensione. E così dobbiamo fare noi.
 
==Note==
 
 
{{Avanzamento|75100%|1314 agosto 2019}}
[[Categoria:Non c'è alcun altro|Dio è Uno]]
11 266

contributi