Differenze tra le versioni di "Non c'è alcun altro/Dio è Uno"

m
<span style="font-size: 120%;">שמע ישראל י*ה*ו*ה אלהינו י*ה*ו*ה אחד</span>
 
''Ascolta, Israele, il Signore è il nostro Dio, il Signore è Uno''. Questa frase, che dà il nome alla preghiera, contiene il [[w:Tetragramma biblico|Tetragramma biblico]] יה*ו*ה, non pronunciabile, e quindi viene letta ''Shema' Ysrael, Ado-nai Eloheinu, Ado-nai ehadeḥad'', e pronunciata coprendosi gli occhi. [[w:Adonai|Adonai]] ("Signore") è la resa in traduzione del tetragramma, nome che essendo [[w:sacro|sacro]], non viene riportato in modo completo in quanto il materiale su cui è apposto potrebbe degenerarsi e quindi desacralizzare lo stesso nome.<ref>Per l'origine semitica della parola ''Adonai'' e per le connessioni con la lingua greca si veda, W. Atallah, ''Adonis dans la littérature et l'art grec'', collana ''Études et Commentaire'', LXII, Paris, 1966, cap. VIII, ''Les origines'' (Étymologie du nom d'Adonis; Les origines du culte), pp. 303-316; E. Masson, ''Récherches sur les plus anciennes emprunts sémitique en grec'', Paris, 1967, p. 53 ss.; P. Chantraine, ''Dictionnaire étymologique de la langue grecque'', Paris, 1990, s. v. Adonis; P. Kretschmer, ''Adonis'', Glotta, VII (1916), pp. 29-39.</ref>
 
Il tetragramma era pronunciato una volta l'anno dal [[w:Sommo Sacerdote|Sommo Sacerdote]] (''Kohen Gadol'') appunto in questa frase ed all'interno del Qodesh HaKodashim (''[[w:Sancta Sanctorum|Sancta Sanctorum]]'') del [[w:Tempio di Gerusalemme|Tempio]]. Il popolo ne copriva il suono, in modo da non sentirne la pronuncia, proclamando ad alta voce la seconda frase della preghiera (che oggi è pronunciata soltanto a bassa voce, ad eccezione del giorno di Kippur):<ref name="JVirtual">[https://www.jewishvirtuallibrary.org/jsource/Judaism/shema.html "Jewish Prayers: The Shema"] di Shira Schoenberg, su ''[[w:Jewish Virtual Library|Jewish Virtual Library]]''.</ref>
11 274

contributi