Storia delle Forze armate tedesche dal 1945/La seconda fase: differenze tra le versioni

nessun oggetto della modifica
(Corretto: "subacquea")
Nessun oggetto della modifica
Queste unità ebbero seguito dai Type 201. Le 203 e 204, relative a sottomarini con motori elettrici e rispettivamente, indipendenti dall'aria, non ebbero seguito. L'esigenza di aggiungere un secondo sonar a lunga portata causò la modifica del progetto con un'aggiunta di 1,8m di lunghezza. L'acciaio amagnetico venne mantenuto, ma coperto con una zincatura e plastica, per ridurre il problema, anche se non si poteva totalmente eliminare. Le nuove navi vennero ordinate nel 1960 e realizzate negli anni successivi. Le ultime navi avevano acciai amagnetici migliorati, come l'AM53 della Schoeller-Beckmann per l'U-9 e U-10, l'U-11 con il PN18S2 e infine l'U-12 con l'Amanox 182M9. In tutto vennero realizzate 9 navi.
[[Immagine:U22.JPG|300px|right|thumb|La classe di sommergibili 'definitiva' della Bundesmarine si rivelò la U-206, di cui qui vediamo l'U-22]]
La successiva classe fu la Type 206, ulteriormente aggiornata. Essa era stata modificata con vari altri sottosistemi, e differenze strutturali dall'altra. Fermo restando il dislocamento di circa 450t il battello aveva più batterie e più energiche, ma questo andava a scapito della zavorra e quindi della sicurezza implicita della nave. La realizzazione di questa classe 'definitiva' dopo le prime 9 205 venne affidata a due cantieri diversi, ad Embden e Kiel. Dopo numerose difficoltà, sopratuttosoprattutto di carattere finanziario, le navi vennero impostate a partire dal 1969 e realizzate tra il1971 e il 1975 con un totale di 18 navi. La Classe 208 verteva su di un SSK ad elevate prestazioni da 1000t, ma le prestazioni richieste erano troppo alte, e il dislocamento troppo basso. L'energia nucleare per sottomarini non era accessibile per la Germania e i problemi finanziari fecero il resto. La componente 'd'altura' della Bundesmarine non venne così mai materializzata. Nel frattempo, al paio di dozzine di Type 205 e 206 si aggiunsero i Type 207 per la Norvegia, e sopratuttosoprattutto iniziarono le costruzioni dei Type 209, che avrebbero popolato i mari di tutto il mondo con la costruzione di oltre 50 battelli a partire dagli anni'70, in una serie di classi tra le 450 e le 1000 tonnellate, praticamente soddisfacendo ogni committente con un progetto derivato anche molto diverso dal tipo standard da 66 m. Infine, la AEG-Telefunken cominciò a sviluppare i siluri filoguidati ASW e antinave necessari perquesti battelli, con la conseguenza che migliaia di siluri della famiglia vennero realizzati ed ampiamente esportati:Seal, Seehache per la Bundesmarine, SST4 e SUT per l'export.
 
Infine, la Lurseen iniziò a progettare i successori delle eccellenti motosiluranti (S-Boote) tedeche del periodo bellico. Armate con siluri, missili, cannoni moderni esse entrarono in servizio con la Bundesmarine e con vari clienti esteri, e furono la base per le 'Combattante' francesi, parimenti di successo anche se solo nell'export. Viceversa, la Bundesmarine, da sola, avrebbe immesso in servizio oltre 40 navi delle classi Tiger e Albatross. Infine, la costruzione su licenza di due cacciatorpediniere classe 'Adams' aiutò la flotta, nei tardi anni '60, ad entrare nel club di marine con navi realmente moderne, armate con missili a lunga gittata antiaerei.
Utente anonimo