Differenze tra le versioni di "Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/USA-5"

Corretto: "subacquee"
(Corretto: "subacquee")
==Cacciamine==
L'US Navy non ha mai avuto soverchia attenzione per le contrumisure mine, nonostante che la Marina sovietica ne avesse oltre 500.000, anche di tipi avanzati. Quello delle contromisure mine era essenzialmente un businness per le marine NATO europee, che vi si specializzarono mentre i programmi americani, a parte gli elicotteri antimine (con speciali attrezzature a rimorchio, in particolare gli MH-53 Sea Stallion) non hanno mai avuto vita facile né grande diffusione. E dire che l'US Navy ha a sua volta una considerevole capacità offensiva in termini di mine, dalle potenti bombe Mk 84 modificate con spoletta magnetica che chiusero i porti vietnamiti nel 1972, alle Mk 67 semoventi, da rilasciare a distanza debita da obiettivi fortemente sorvegliati (sono praticamente dei siluri a lenta corsa), alle mine CAPTOR con siluro Mk 46 mod. 4 incorporato.
[[Immagine:USS Avenger;Shocktrial.jpg|300px|right|thumb|Anche se con scafo in legno, le 'Avenger' sono state testate contro esplosioni subaqueesubacquee di tutto rispetto]]
Tra le navi americane, la '''classe Avenger''' è stata costruita come la prima di veri cacciamine per l'US Navy, che dal punto di vista della lotta antimine è rimasta anche dopo, un autentico 'gigante con i piedi d'argilla'. Gli esemplari classe Avenger sono stati ridotti da 21 a 14, e sono entrati in servizio negli anni '80 (dal 1986), ma per essere presto messi in riserva. Lo scafo era in legno di abete, cedro e (abbastanza ovviamente) quercia. Anche le sovrastrutture erano in legno, ma ricoperto di GRP. La classe Cardinal, che doveva seguire in 17 esemplari è stata annullata, e in seguito è stata realizzata la Oprey, praticamente un progetto ingrandito della Gaeta italiana.
 
*Armamento: 2 M2HB da 12,7 mm, 2 × M60 7.62 mm, 2 lanciagranate Mk19
 
La Avenger è stata la nave che più di ogni altra ha partecipato a Desert Storm, restando in aerea di guerra più di ogni altra nave e stabilendo il primato della prima nave a distruggere una mina di fondo. AttulmenteAttualmente fa parte della flotta attiva della Riserva. Nonostante il tipo di struttura assai obsoleta, essa ha dimostrato di essere una classe di navi resistente e robusta, anche nei test subaqueisubacquei con esplosioni di grosse cariche esplosive. E le costruzioni in legno sono molto più facili e molto meno inquinanti da eseguire che posare su appositi stampi tonnellate di vetroresina.
 
[[Immagine:USS_Raven_MHC_61_Persian_Gulf.jpg|300px|right|thumb]]
*Armamento: 2 M2HB da 12,7 mm, Mine Neutralization System
 
Si tratta dei cacciamine in GRP (vetroresina) più grandi del mondo, con uno scafo in un unico pezzo per non dare punti deboli alle esplosioni subaqueesubacquee e altri ritrovati, come le paratie flessibili interne. La realizzazione di 12 navi ebbe luogo ai cantieri di Savannah dell'Intermarine e ai cantieri Litton-Avondale di N.Orleans.
 
Ne entrarono in servizio 12 tra il 1993 e il 1999, e 2 di questi vennero poi, essendo 'ridondanti', prontamente ceduti alla marina greca: il MHC-52 Heron che divenne Calypso, e l'MHC-53 Pelican, chiamato Euniki. Decisamente, la pur non grande flotta di MCM americane non ha vita facile.
Utente anonimo