Differenze tra le versioni di "Guida maimonidea/Filosofia e concetti"

Corretto: "stato"
(ortografia)
(Corretto: "stato")
{{q|Se sorgerà un re della Casa di David che mediti sulla Torah, si occupi dei comandamenti, come fece il suo antenato David, osservi i precetti prescritti nella Legge Scritta e Orale, induce Israele a camminare per la via della Torah e a ripararne le trasgressioni, e combatte la battaglie del Signore, allora si potrà presumere che egli sia il Messia. Se fa tali cose e ha successo, trionfando su tutte le nazioni che lo circondano, ricostruisce il santuario al suo posto, e raduna i dispersi di Israele, egli è senza dubbio il Messia.|"Leggi sui Re e le Guerre", 11:4}}
 
Questa ''halakhah'' indica che Maimonide rifiutò l'idea della Fine, cioè, la nozione di un tempo fisso e predeterminato per l'arrivo del Messia. Il compimento completo della ''halakhah'' ed il successo politico del Messia non ''dimostrano'' che egli sia staostato designato dall'inizio dei tempi e che l'ora della salvezza sia giunta. Le sue imprese lo ''rendono'' il Messia poiché infine egli riesce a realizzare totalmente i valori halakhici e politici dell'Ebraismo. Ponendo il messianismo in "Leggi sui Re", Maimonide insegna che il Messia è il re che riesce ad adempiere tutte le aspettative halakhiche dell'istituzione della sovranità, come le intende Maimonide.<ref name="Aviezer"/><ref name="Zeev"/>
 
Molte correnti messianiche prevedono un cambiamento nella natura del genere umano come parte del nuovo ordine causale. Nel mondo che dovrà venire dopo quello conosciuto, la morte ed i travagli saranno aboliti. Il bene prevarrà ovunque, e l'inerzia cieca della natura, che reagisce allo stesso modo nel bene e nel male, cambierà. Nell'era messianica, un bambino innocente che sale su un tetto pericolante cadrà al suolo con la leggerezza di una foglia, poiché la forza di gravità sarà assoggettata alla statura morale del corpo che cade. L'aspettativa che la legge sarà annullata e la natura cambiata riflette la profondità dei risentimenti dell'uomo contro la realtà.<ref name="Philosophy"/><ref name="Amos"/>
Utente anonimo