Differenze tra le versioni di "Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo/USA-6"

Corretto: "subacqueo"
(Corretto: "stato")
(Corretto: "subacqueo")
{{Forze armate mondiali}}
==SSN==
Gli Stati Uniti d'america non hanno tardato a costruire i loro primi sottomarini nucleari: in effetti, tra tutte le tipologie di navi militari quelle subaqueesubacquee, con la loro dipendenza da batterie per la navigazione subaqueasubacquea, sono quelle che necessitavano maggiormente di una potenza indipendente dai motori a combustione interna.
 
[[Immagine:USS Skate (SSN-578);0857816.jpg|330px|left|thumb|Lo SKATE]]
 
 
[[Immagine:USS Halibut SSGN-587.jpg|350px|left|thumb|]]Nel 1960 entrò in servizio l'HALIBUT, il primo SSGN, ovvero un sottomarino capace di lanciare missili cruise, in questo caso i potenti Regulus, capaci di prestazioni supersoniche. Ma dovevano essere lanciati in superficie e con un processo macchinoso. In effetti, questi sottomarini finirono per essere utilizzati (grazie all'uso degli ex-hangar per missili) per gli incursori subaqueisubacquei SEAL. A tutti gli effetti, i missili POLARIS resero superati gli SSGN. Anche i sovietici arrivarono a questa conclusione e i loro SSGN finirono per passare dall'attacco terrestre a quello antinave.
 
[[Immagine:USS Permit (SSN-594)turning.jpg|350px|left|thumb|]]
 
[[Immagine:USS Asheville (SSN-758).jpg|350px|left|thumb|L'USS Asheville]]
I 'Los Angeles' sono i più numerosi tra tutti gli SSN. Entrati in servizio nel 1976, da anni rappresentano il grosso della flotta subaqueasubacquea americana. Questi sottomarini vengono usualmente denominati con nomi di città, rompendo una lunga tradizione che vuole tutti i sottomarini della marina militare americana battezzati con nomi di creature marine. Questa classe è anche comunemente nota come "classe 688", dal codice di classificazione del primo esemplare, SSN-688.
 
I 'Los Angeles' sono estremamente veloci: è stato dichiarato che sono in grado di superare la velocità di 25 nodi (46 km/h), e si pensa possano oltrepassare addirittura i 35 nodi (65 km/h) in condizioni ideali. Questo ha reso per la prima volta fattibile la scorta ai gruppi portaerei, ora che ci si ritrovò con battelli veloci almeno quanto gli 'Skipjack', ma silenziosi e ben equipaggiati come gli 'Sturgeon'. Possono trasportare 24 siluri ma come al solito vi sono solo 4 tubi di lancio, siti a mezzanave. Anche per dar loro maggiore autonomia di fuoco, specie in azioni di attacco missilistico su obiettivi a terra, è stata studiata una modifica che ne ha fatto praticamente degli SSGN, come si vedrà poi.
*Sottomarini smantellati:USS Baton Rouge (SSN 689) e USS Boston (SSN 703)
 
I sottomarini '''Seawolf''' sono stati la nuova generazione di imbarcazioni subaqueesubacquee destinate a sostituire anche i 'Los Angeles'. Tra le altre loro capacità, quella di stivare ben 50 armi di riserva per valorizzare meglio la loro potenzialità bellica, che nei battelli nucleari è relativamente modesta rispetto alle altre capacità. Inoltre i loro 4 tubi di lancio hanno un calibro di ben 30 pollici, ovvero 762 mm, anziché i soliti 21/533 mm. Inoltre, sono tanto silenziosi che la loro velocità di ricerca ottimale, che rende possibile utilizzare i sensori di bordo senza degrado apprezzabile delle prestazioni, e che normalmente è limitata a velocità molto modeste (6-8 nodi), è stata portata addirittura a 20: quasi pari ad una velocità in fase d'attacco. Il motore di questi sottomarini è oltretutto molto potente, e per quanto la loro velocità di ricerca sia molto notevole, non è ancora vicina a quella massima, che raggiunge almeno i 35 nodi. Infine, la loro silenziosità, almeno alle andature non elevate, è ulteriormente migliorata rispetto ai Los Angeles.
 
[[Immagine:USS Seawolf (SSN 21) Control Room HighRes.jpg|350px|left|thumb|La sala di controllo del Seawolf. Questa immagine evidenzia bene la sofisticazione delle moderne unità navali, ma anche la rapidità con cui l'informatica dei sistemi militari tenda ad una prematura obsolescenza, almeno comparata con l'evoluzione dei sistemi commerciali]]
[[Immagine:USSHenryClay.jpg|350px|left|thumb| La scia dei moderni sottomarini nucleari è una evidente dimostrazione della potenza dei loro motori. Qui l’USS Henry Clay]]
 
La classe Lafayette era stata costruita utilizzando le conoscenze accumulate con la classe Ethan-Allen, che era la prima classe di sottomarini appositamente progettata per il trasporto ed il lancio di missili intercontinentali, mentre i battelli della classe George-Washington erano stati costruiti modificando battelli già esistenti. il primo battello della classe Lafayette fu commissionato nel 1961, seguito da altre 18 unità che furono tutte commissionate entro il 1962. Tuttavia dopo la costruzione della nona unità i battellabattelli costruiti dalla decima unità in poi subirono alcune lievi modifiche, che comprendevano missili più moderni ed impianti di propulsione migliorati. Per questo i battelli costruiti dal decimo battello in poi non facevano più parte della classe Lafayette, ma erano stati bensì classificati come battelli appartenenti alla classe James-Madison.
 
Le prime 18 unità furono tutte costruite da soli tre cantieri navali, motivo per il quale le untáunità poterono essere costruite in soli pochi anni, contrariamente a quanto invece avvenne per le classi di battelli sucessivesuccessive, quali la classe Ohio e la classe Los Angeles, che invece furono costruite in un periodo complessivo che raggiungeva anche i venti anni tra la consegna della prima e dell'ultima unitáunità. Ogni unità venne a costare all'incirca 110 milioni di dollari.
 
Le seguenti 12 unità commissionate dal 1963 subirono come quelle precedenti costruite dal 1962 in poi ulteriori modifiche e furono classificate come battelli della classe Benjamin-Franklin. Come era avvenuto per tutte le unità precedenti anche queste furono costruite dagli stessi tre cantieri navali che avevano costruito i battelli della classe Lafayette e della classe James-Madison. Tutti i battelli della classe Lafayette furono infine battezzati con i nomi di politici o personalitápersonalità famose.
 
[[Immagine:Ohio-class submarine launches Tomahawk Cruise missiles (artist concept).jpg|350px|left|thumb|]]
 
Gli '''Ohio''' sono attualmente il principale deterrente nucleare dell'intera US Navy. Sono anche tra le navi subaqueesubacquee più grandi mai costruite, superate solo dalle meno numerose 'Typhoon' sovietiche, che tra l'altro sono anche molto più grosse con la loro conformazione a 'trimarano subaqueosubacqueo' (ovvero con due scafi resistenti sormontati da un terzo elemento stagno, per non costruire uno scafo dalla sezione troppo grande per una agevole costruzioencostruzione, nonché troppo lungo). Rispetto a queste ultime gli 'Ohio' svolgono compiti simili, ma i loro missili Trident sono molto più piccoli e permettono di ospitarne 24 senza ricorrere ad una struttura eccessivamente massiccia e pesante.
 
Gli 'Ohio' vennero ideati a partire dai tardi anni '60 per ottenere una nave più efficiente e avanzata rispetto agli altri SSBN e capace di portare i nuovi, potenti ma pesanti Trident, SLBM armati di testate multiple MIRV e con una lunga gittata. La versione C4 sarebbe stata utilizzata per i sottomarini che avevano i Poseidon, mentre la D5 sarebbe stata esclusiva degli Ohio, che tuttavia avrebbero inizialmente utilizzato i C4, almeno ad interim. Con gli accordi START 1 vennero tagliati 6 dei 24 sottomarini programmati, ciascuno dei quali capaci di portare 240 missili. Vennero ordinati nel 1974 ai cantieri Groton, Connecticut, con il primo esemplare consegnato nel 1981, 4 anni dopo il previsto, ma nondimeno in tempo per partecipare all'ultimo decennio della Guerra fredda. L'eccellenza dei nuovi battelli, silenziosi, perfettamente equipaggiati e ben armati aveva tuttavia un prezzo: dai 780 milioni unitari previsti si arrivò a 1,12 con l'ottava unità, addirittura 1,8 miliardi dopo il 1985, anche per via dell'inflazione e della crisi petrolifera del 1980, ma non solo per questo, con prezzi chiaramente gonfiati dal gruppo Electric Boat, che all'epoca aveva un virtuale monopolio delle costruzioni subacquee, costruendo anche i 'Los Angeles'. Per la prima volta vennero assegnati ai sottomarini USA nomi di Stati, come nel caso delle corazzate.
Queste nuove unità sono quindi le uniche quattro unità SSGN costruite dal 1960 in poi, quando venne consegnata l'ultima unità della classe Halibut e sono pertanto anche le uniche quattro unità SSGN in servizio all'interno della US Navy, visto che tutti i battelli della classe Halibut furono radiati prima della fine degli anni settanta.
 
Battelli della classe Ohio sono apparsi in vari film sia a livello di comparse che come oggetto principale della trama. Tra tutti i film il pìu famoso è sicuramente 'Allarme rosso' del 1995 (di Tony Scott) con Denzel Washington e Gene Hackman e Abyss, scritto e diretto da James Cameron (in cui uno di questi sottomarini va perso mentre insegue un misterioso oggetto subaqueosubacqueo). Infine va anche citato il film Debt of Honor, nella cui trama sono coinvolte ben 5 unità di questa classe impegnate in operazione in acque giapponesi.
 
[[Categoria:Forze armate mondiali dal secondo dopoguerra al XXI secolo|USA]]
Utente anonimo