Differenze tra le versioni di "Laboratorio di chimica in casa/Acido iodidrico"

(Cambiata sintesi principale è sintesi alternativa)
Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile Modifica visuale
La soluzione acquosa è un acido forte ( un superacido, avendo K<sub>a</sub> maggiore dell'acido solforico) e viene utilizzato come fonte di ioduri e come agente riducente nella sintesi sia organica che inorganica.
Inoltre è capace di solubilizzare lo iodio formando HI3
 
== Proprietà ==
 
==Sintesi==
I2 + H2S — ► 2 HI + S
 
Quando tutto lo iodio ha reagito se ne introduce una nuova quantità con- tinuandocontinuando a far gorgogliare l'acido solfidrico e tale operazione si ripete sino a che sono stati consumati 10 gr di iodio. A questo punto si aggiungono altri 20 gr di iodio polverizzato, il quale si scioglie nella soluzione di acido iodidrico. Nella soluzione bruna risultante si torna a far passare l'idrogeno solforato sino a che il liquido non presenta più che la tipica colorazione dello zolfo precipitato. Si sostituisce allora la corrente di acido solfidrico con una di anidride carbonica allo scopo di eliminare l'idrogeno solforato di- sciolto, poi si separa lo zolfo per filtrazione. La soluzione di acido iodidrico si conserva in recipienti chiusi al riparo della luce.
 
==Sintesi alternative==
2KI + H2SO4 —> 2HI + K2SO4
 
DopodicheDopodichè si distilla per allontanare il solfato di potassio.
 
Oppure si può produrre lo ioduro di idrogeno anidro tramite reazione fra acido solforico e uno ioduro, opzione fortemente sconsigliata per la sua pericolosità.
 
==Reazioni==
90

contributi