Algebra vettoriale: differenze tra le versioni

<math>\ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ x_i=\vec{\mathcal{e_i}}\cdot\vec{\mathcal{r}}=\sum_{j=1}^3 (\vec{\mathcal{e_i}}\cdot\vec{\mathcal{e'_j}}) x'_j</math><br>
<math>\ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ \ =\sum_{j=1}^3 \alpha_{ij} x'_j\ \ \ \ \ \ \ \ \ (30)</math><br>
Le equazioni (29) e (30) costituiscono la regola di trasformazione secondo la quale le componenti di un vettore si trasformano nellarotazionenella rotazione di un sistema di coordinate rettangolari.<br>
 
Se <math>\vec{\mathcal{r}}</math> è un vettore e '''a<sub>1</sub>''', '''a<sub>2</sub>''', '''a<sub>3</sub>''' e '''a'<sub>1</sub>''', '''a'<sub>2</sub>''', '''a'<sub>3</sub>''' sono le sue componenti