Platone: istruzioni per il mondo delle idee/Fedro: differenze tra le versioni

 
===I temi===
 
Il tema principale del dialogo è certamente l'Eros e il suo rapporto con la conoscenza. Secondo Platone gli uomini riconoscendo la bellezza in un corpo e venerandola come un dio, rispondono con l'amore che aiuta a recuperare anche se per poco tempo, il ricordo sopito dell'idea del bello, contemplata dall'anima nel mondo delle idee. Secondo Platone è quindi l'anima che conosce, grazie alla contemplazione del mondo delle idee. Vi è quindi secondo Platone una sorta di predestinazione verso la conoscenza, alcune anime sono destinate a conoscere più di altre. Secondo Platone infatti durante la contemplazione c'è uno scontro fra l'impulso e la ragione. Ovviamente sono destinati a conoscere le anime che hanno anteposto al piacere irrazionale, quindi l'impulso, la ragione. Altro tema importante è la dialettica, in cui Platone riconosce la filosofia stessa. La retorica non è più strumento di persuasione come affermato dal sofista [[w:Gorgia|Gorgia]] ma il mezzo di cui si serve la filosofia. Ultimo tema fondamentale del Fedro è l'arte. Secondo Platone, la scrittura in particolare non è un mezzo per conoscere, ma solamente qualcosa che può sollecitare il ricordo di un argomento di cui già si conosce qualcosa. Coloro che aspirano alla conoscenza non devono affidarsi completamente agli scritti, ma devono comprendere che l'oralità è, per antonomasia, l'unico mezzo di indagine sulla conoscenza.
 
*EROS: Secondo Platone l'amore non è un desiderio irrazionale che ha il sopravvento sull'opinione ed è incline a ciò che retto ma è appunto una mania concessa dagli dei per la felicità più grande degli uomini. L'Eros ha inoltre anche un rapporto con la conoscenza. Secondo Platone gli uomini riconoscendo la bellezza in un corpo e venerandola come un dio, rispondono con l'amore che aiuta a recuperare anche se per poco tempo, il ricordo sopito dell'idea del bello, contemplata nel mondo delle idee.
#la parte razionale, che ha sede nel cervello, e grazie alla quale l'uomo ragiona e pensa, dominando gli impulsi corporei;
#la parte concupiscibile, che ha sede nel ventre ed è sede e principio di tutti gli impulsi;
#"la parte irascibile, che ha sede nel petto e dà sostegno alla parte razionale, lottando per ciò che la ragione ritiene buono e giusto"<ref>N. Abbagnano, G. Fornero ''Con-filosofare, ..2016, Pearson Italia, Milano - Torino, p. 229.</ref>.
 
*DIALETTICA: Secondo Platone la dialettica consiste nel ricondurre le cose disperse in molteplici modi in un'unica idea e sapere dividere le idee in base alle loro articolazioni naturali. Platone riconosce nella dialettica la filosofia stessa.
 
*RETORICA: La retorica non deve essere fine a se stessa o solo strumento di persuasione, ma è lo strumento di cui si serve la dialettica.
 
*ISPIRAZIONE DIVINA E INCOMPIUTEZZA UMANA: Le anime imperfette degli uomini seguono quelle degli dei.
 
*SCRITTURA: La scrittura non è un mezzo per conoscere, ma solamente qualcosa che può sollecitare il ricordo di un argomento di cui già si conosce qualcosa.
*DIALETTICA: Secondo Platone la dialetticas
 
===Attualizzazione===
25

contributi