Differenze tra le versioni di "Geografia OpenBook/Fondamenti di Economia"

Pil è ''acronimo'' di Prodotto Interno Lordo.
 
Il '''pil totale''' misura il valore di mercato, in valuta (euro o dollaro)locale, di tutti i prodotti e servizi realizzati dai soggetti economici residenti all'interno dei confini diin uno Stato in un dato periodo di tempo (in genere un anno). Sono escluse dal pil le attività gratuite.
 
IlNei confronti internazionali il valore del pil totale (espresso in euro o dollari Usa) può essere la misura della grandezza, dell'importanza economica di uno Stato rispetto ad un altro.
 
Il '''pil procapite''' è il pil totale diviso la popolazione e misura, in valuta (euro o dollaro), il reddito medio della popolazione di uno Stato, espresso in valuta locale.
 
IlNelle statistiche internazionali il valore del pil procapite (espresso in euro o dollari Usa) può essere la misura del tenore di vita, o dello sviluppo economico, della popolazione di uno Stato rispetto ad un altro.
 
Nei '''confronti internazionali''' esitono due varianti del Pil totale (e del Pil procapite che ne deriva): Pil calcolato ai cambi di mercato e Pil calcolato a Parità di Potere d'Acquisto (PPP).</br>
Nel primo caso le statistiche internazionali risentono dell'andamento annuale del tasso di cambio della valuta del paese rispetto al dollaro statunitense (usato generalmente come valuta di riferimento nelle statistiche internazionali); in tal caso un aumento del tasso di cambio della valuta rispetto ad altri Paesi fa aumentare il pil di un Paese rispetto a questi ultimi, anche nel caso diin cui una recessione economica chene fafaccia diminuire il valore interno del Pil).</br>
Nel caso del pil calcolato a Parità di Potere d'Acquisto (PPP) l'effetto rivalutazione/svalutazione del cambio non si verifica e quindi le statistiche appaiono più stabili; i dislivelli fra economie ricche e meno ricche, però, appaiono meno ampi di quello che sono rispetto ai tassi di cambio reali.
 
2 817

contributi