Differenze tra le versioni di "I caduti di Cornate d'Adda"

== Introduzione ==
 
Questo libro raccoglie le storie dei caduti della prima guerra mondiale di Cornate d'Adda. Questi soldati erano delle persone tranquille e povere. Non avevano mai preso in mano un' arma e dovettero partire in guerra e lasciare i propri cari. Molti di questi morivano per malattie, per la fame, oppure venivano uccisi in guerra.
Questi soldati erano delle persone tranquille e povere. Non avevano mai preso in mano un' arma e dovettero partire in guerra e lasciare i propri cari. Molti di questi morivano per malattie, per la fame, oppure venivano uccisi in guerra.
 
Quando andavano in trincea, gli arrivavano le lettere a casa ed erano obbligati a partire e a lasciare le proprie famiglie,una volta arrivati in trincea, scrivevano lettere per raccontare alla loro famiglia come si viveva in trincea.
la vita in trincea era una vita povera,arrivava ogni tanto un pò di cibo e raramente arrivava tiepido.
 
leLe persone morivano oltre per causa della guerra, ma per malattie, come: raffreddore, febbre, pidocchi ecc., morivano anche per l'igiene che era precaria e quasi inesistente.
Dovevano rimanere sempre nascosti, e quando scrivevano le lettere non dovevano scrivere il luogo in cui si trovavano,perchè il nemico poteva rintracciarli.
 
15

contributi