Differenze tra le versioni di "Laboratorio di chimica in casa/Acido iodidrico"

Etichette: Modifica da mobile Modifica da web per mobile
 
==Sintesi==
Una soluzione di acido iodidrico può essere ottenuta attraverso una reazione di doppio scambio in cui prendano parte uno ioduro alcalino e un acido forte (es. Acido cloridricoSolforico, acido fosforico...); è consigliato usare l'acido muriaticosolforico poichè le impurità presenti in altri acidi di grado commerciale possono produrre esalazioni di vapori altamente nocivi.
Utilizzando acido muriaticosolforico e ioduro di potassio la reazione è la seguente:
 
2KI + H<sub>2</sub>SO<sub>4</sub> → K<sub>2</sub>SO<sub>4</sub> + 2HI
KI + HCl → KCl + HI
 
Al termine della reazione, si dovrà procedere a distillare il tutto per separare il cloruroSolfato di potassio dall'acido iodidrico. Il punto d'ebollizione della soluzione è, come detto prima, di circa 127 °C.
 
Si consiglia di eseguire l'operazione in un luogo ventilato e con le adeguate precauzioni poiché, si potranno sviluppare vapori di ioduro di idrogeno.
 
==Sintesi alternative==
In un contenitore si prepara un miscuglio di iodio e acqua nel quale si fa gorgogliare dell'acido solfidrico.
La reazione è la seguente: H<sub>2</sub>S + I2 → 2HI + S
Tuttavia si sconsiglia altamente questa sintesi per gli alti rischi che coinvolgono l'uso dell'acido solfidrico.
 
==Reazioni==
90

contributi